Il Consiglio giudiziario si schiera dalla parte del dirigente del Tribunale di San Marino sul caso “La Serenissima”

Caso “La Serenissima”, il Consiglio giudiziario “assolve” Canzio. Con una deliberazione di giovedì pomeriggio, che però qualche dubbio lo lascia, viene ricostruita

Il Consiglio giudiziario, riunitosi giovedì scorso, ha preso in esame la vicenda “La Serenissima” che ha destato parecchio scalpore soprattutto per l’indagine, poi archiviata, nei confronti di 8 cittadini. “Si è tenuta nel pomeriggio del 30 giugno 2022, sotto la presidenza delle Loro Eccellenze, i Capitani Reggenti, la seduta del Consiglio giudiziario. Dopo le comunicazioni di rito da parte dell’Ecc.ma Reggenza e a seguito del riferimento del dirigente del Tribunale, il Consiglio giudiziario, letta la nota relativa al caso ‘La Serenissima’, ha ritenuto di pronunciarsi in seduta pubblica circa la ricostruzione della vicenda, a tutela dell’indipendenza e del prestigio della Magistratura e della trasparenza che deve permearne l’operato al fine di implementare la fiducia in essa dei cittadini. L’organo, in particolare, ha adottato la seguente deliberazione dando atto che “il dirigente del Tribunale, nel caso di specie, ha agito nel corretto adempimento dei doveri che la legge pone a suo carico e ha rispettato puntualmente le prescrizioni ordinamentali e organizzative, in coerenza con la costante prassi operative”. (…)

Articolo tratto da L’Informazione di San Marino

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy