Il Pdcs festeggia il 68esimo anniversario e riflette sul suo operato e la situazione del Paese

Comunicato Stampa

Nel terzo anno dal XIX Congresso del Pdcs che titolava “Fare il partito, il Paese, il futuro”, e nel 68° Anniversario della Fondazione del Partito Democratico Cristiano Sammarinese, una valutazione – il più possibile oggettiva – sull’operato e sull’azione del PDCS, in questi anni, e sul panorama politico sammarinese, dopo tanti anni di storia, risulta fondamentale. 

Il partito. Rispetto alla prospettiva che, solo alcuni anni fa, sembrava stravolgere l’interno panorama politico sammarinese e riprodurre quanto accaduto in Italia con l’annientamento dei partiti storici a causa della questione morale, il progressivo cambiamento strutturale del Partito, nelle persone e nelle ragioni del proprio impegno politico, ha consolidato la Democrazia Cristiana nella propria identità di partito, portando un profondo ed incisivo rinnovamento, evidente a tutta la cittadinanza. A fronte dei limiti e delle inevitabili mancanze presenti, l’azione del PDCS e di ognuno dei propri membri si è rafforzata nella fedeltà ai valori ideali che ne caratterizzano l’identità, incidendo fortemente sulle scelte della Coalizione San Marino Bene Comune per un reale e positivo sviluppo della società e del Paese.

Il Paese. Dopo il consolidamento del bilancio dello Stato, il nuovo sistema fiscale, il potenziamento degli organismi giudiziari e di controllo, e tutti i riconoscimenti a livello internazionale e di politica estera, San Marino è tornato ad essere attrattivo per gli investitori esteri, portando nuove aziende e progetti di alto livello pronti per essere realizzati, grazie alla credibilità recuperata e alle opportunità offerte dal nostro sistema economico e fiscale. Questa è la risposta più concreta data dal Pdcs alla richiesta di lavoro da parte della cittadinanza. Consolidare e favorire la crescita di imprenditoria sana, utile a creare economia reale e sostenibile, che impieghi quelle risorse di cui il nostro Paese dispone.  

Il futuro. La Conferenza Programmatica di febbraio è stata la scelta del Pdcs per iniziare a tracciare il futuro di San Marino, nell’immediato e nel medio termine. Non vaghe enunciazioni di ciò che potrà essere la nostra Repubblica, ma scelte concrete da realizzare nei vari ambiti, dalle infrastrutture alla scuola, dalla sanità alla politica estera, dall’economia alla pubblica amministrazione, fondamentali per continuare a far crescere il nostro territorio. In questo mese il Pdcs si confronterà con tutti i soggetti della politica e del mondo imprenditoriale, lavorativo e associativo, per condividere le proprie proposte e definire le linee per l’azione della prossima legislatura, della quale il Partito vorrà essere protagonista.    

Fare. Questo è ciò che il Partito Democratico Cristiano Sammarinese ha fatto concretamente in questi ultimi anni e continuerà a fare con lo stesso impegno e con la stessa passione che, 68 anni fa ha spinto alcune persone ad iniziare questa esperienza di servizio al Paese. Uomini e donne di cui il PDCS continua a fare memoria con profonda gratitudine per avere iniziato una storia che è diventata la storia di altri uomini e donne e che ha contribuito a segnare positivamente gli ultimi decenni di storia della nostra Repubblica. 

San Marino, 9 aprile 2016

PDCS

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy