IL PICCOLO TEATRO ‘ARNALDO MARTELLI’ RIPROPONE: ‘UNA FIOLA DA MARIDÈ’ DI STEFANO PALMUCCI

Piccolo Teatro “Arnaldo Martelli”

COMUNICATO STAMPA

Domenica sera al Teatro Titano si replica il grande successo di Sant’Agata!!

IL PICCOLO TEATRO “ARNALDO MARTELLI” RIPROPONE:

“UNA FIOLA DA MARIDÈ” DI STEFANO PALMUCCI

A tre giorni dal debutto ufficiale, torna in scena domenica sera al teatro Titano di Città, la commedia dialettale messa in scena dal Piccolo Teatro Arnaldo Martelli, “una fiola da maridè”, di Stefano Palmucci.

La storica filodrammatica sammarinese ha fatto il consueto “en plein” di pubblico in occasione della rappresentazione di Sant’Agata. Alla presenza degli Ecc.mi Capitani Reggenti, il teatro Titano gremito in ogni ordine di posti ha risposto con risate ed applausi alle sollecitazioni degli attori sul palco. Particolarmente apprezzati il testo proposto, a quanto pare uno dei più divertenti degli ultimi anni, le fulminanti battute ed i sapidi detti, oltre alle pregevoli perfomances degli attori.

Per una volta l’autore si è dovuto calare anche nei panni del mattatore, dovendo sostituire l’inossidabile Augusto Casali (alla sua prima assenza dopo oltre trentacinque anni di militanza) quest’anno impegnato ed impelagato in ben altre commedie. Pur non raggiungendo gli apogei del maestro, Palmucci se l’è comunque cavata più che egregiamente, anche perché ben supportato dal gruppo di artisti ormai collaudato (Eugenia Sammarini, Giuseppe Gianni, Paolo Crocenzi, Marino Campanelli) e da innesti di valore (Lucia Cecchetti, Ivana Mariotti, Marco Schiavi) che hanno portato una ben percepibile ventata di entusiasmo e freschezza al Gruppo.
Quindi si parte con il programma delle repliche che prevede, oltre a quella di domenica sera alle ore 21 presso il Teatro Titano di Città, le date del 13 a Borgo Maggiore e del 21 al Nuovo di Dogana, per consentire a tutti gli appassionati sammarinesi e non solo, di assistere alla spassosa commedia.

Questa la trama. Cosa spinge la bella Agnese Farloni, virtuosa e contesissima figlia di Sebastiano e Lucia, a scegliere come marito il goffo ed imbranato Pancrazio Persigatti, quando avrebbe a disposizione ben altri pretendenti? La madre di Pancrazio, Emma, non può che compiacersi della scelta, non scorgendo le ben evidenti magagne di bellezza e comprendonio del figlio. Ma alcuni segnali non possono non lasciarla perplessa, in particolare la nascita del nipote, troppo prematura e senza alcuna somiglianza tra padre e figlio. La vicenda coinvolge quindi una miriade di comici e bizzarri personaggi: il dott. Fiaschetta, in avanzato helzeimer e ubriacone indefesso; don Sisto Alimena, il prete che mena; Toni il contadino, dalle scarpe grosse ed il cervello troppo fino; Mariola la comare ed il galante cavalier Tremonti. Il colpo di scena finale svelerà l’arcano, sovvertendo ogni indebita supposizione e consentendo all’Amore di poter finalmente trionfare.

Gli interpreti sono dieci: Stefano Palmucci (Sebastiano Farloni), Eugenia Sammarini (la moglie Lucia), Lucia Cecchetti (la bella Agnese), Ivana Mariotti, (Emma Persigatti), Paolo Crocenzi (Pancrazio), Mauro Della Pasqua, (Don Sisto Alimena) Giuseppe Gianni (Toni e cuntadein), Marco Schiavi (il dott. Fiaschetta), Alida Casadei (la comare) e Marino Campanelli (il Cav. Tremonti).
I biglietti, al prezzo intero di 12 Euro e ridotto di 9 Euro, saranno disponibili a partire dalle ore 16.30 in poi presso il botteghino del Teatro Titano.

Per le successive repliche (venerdì 13 febbraio presso il Teatro Concordia di Borgo Maggiore e sabato 21 febbraio presso il Teatro Nuovo di Dogana) le relative prevendite inizieranno presso il teatro in cui avrà luogo la rappresentazione dalle ore 16,30 del giorno stesso.

San Marino, 6 febbraio 2009/1708 d.F.R.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy