Il vescovo Turazzi celebra la Festa dei Lavoratori

Comunicato stampa 

Domenica 1° maggio la Diocesi  sammarinese-feretrana celebrerà la Festa dei Lavoratori con una SS. Messa che sarà celebrata nella Basilica del Santo, a San Marino, dal Vescovo Andrea Turazzi. Fu Papa Pio XII°, il 1° Maggio del 1955, ad istituire la festa liturgica di San Giuseppe lavoratore, introducendo una ricorrenza religiosa che da allora sarebbe stata celebrata proprio la giornata del 1° maggio di ogni anno. La Chiesa volle illuminare questa festa con l’esemplarità della figura di San Giuseppe, affidando ogni uomo che lavora alla custodia dell’umile artigiano di Nazareth, in cui si riconosce la dignità del lavoro umano come dovere e perfezionamento dell’uomo.

Oggi più che mai-affermano i Vescovi-c’è bisogno di educare al lavoro per una riscoperta delle relazioni fondamentali dell’uomo: il lavoro deve tornare a essere luogo umanizzante, uno spazio nel quale comprendiamo il nostro compito di cristiani, entrando in relazione profonda con Dio, con noi stessi, con i fratelli e con il creato. Infine viene sottolineata l’esigenza di porre argine alla diseguaglianza tra nord e sud, il quale ha subìto un depauperamento economico e sociale tale da trasformarlo in una seconda Italia, povera, sofferente e sempre più infragilita in cui l’emigrazione è il tratto macroscopico. Ancora, però, emerge la mancanza di consapevolezza rispetto al fatto che il destino delle diverse aree del Paese non può essere disgiunto.

Anche Papa Francesco nel suo  Messaggio agli imprenditori italiani (febbraio 2016) aveva scritto fra l’altro : “Come sarebbe diversa la nostra vita se imparassimo davvero, giorno per giorno, a lavorare, a pensare, a costruire insieme! Nel complesso mondo dell’impresa, “fare insieme” significa investire in progetti che sappiano coinvolgere soggetti spesso dimenticati o trascurati. Tra questi, anzitutto, le famiglie, focolai di umanità, non possiamo dimenticare le categorie più deboli e marginalizzate, come gli anziani, che potrebbero ancora esprimere risorse ed energie per una collaborazione attiva…E che dire poi di tutti quei potenziali lavoratori, specialmente dei giovani, prigionieri della precarietà o di lunghi periodi di disoccupazione…”.

Per accettare l’invito a “trovarci e fare insieme”, la Chiesa diocesana invita imprenditori, lavoratori, sindacati, associazioni di categoria, amministratori pubblici, istituzioni e tutta la comunità cristiana a ritrovarsi insieme Domenica 1° Maggio, alle ore 11.00, alla S. Messa annunciata per tutto il mondo del lavoro: insieme per un nuovo umanesimo. 

Pennabilli, 28 Aprile 2016 

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy