In archivio la dodicesima edizione della Collettiva di Strada in Contrada Omerelli

Si è chiusa la Collettiva di Strada in Contrada Omerelli. Grande la soddisfazione da parte di tutti gli artisti che hanno partecipato a questo evento organizzato dall’Associazione Noor2 con il Patrocinio della Segreteria di Stato alla Cultura e della Giunta di Castello di Città; San Marino Fixing si è riconfermato media partner dell’iniziativa.
Per una settimana sono rimaste esposte en plein air le opere di una trentina di artisti: Daniela Barulli, Gisella Battistini, Stefania Bizzocchi, Valentina Bustea, Furiano Cesari, Alessandro Conti, Laura D’Addezio, Alessandra Filippini, Raffaella Fosca, Antonio Giuffrida, Franco La Maida, Antonio Lengua, Diana Lengua, Vanessa Macina, Giorgia Mandolesi, Eleonora Mazza, Luciano Michi, Maria Pia Olivieri, Boris Pellandra, Alexandra Pintilie, Carlotta Piombini, Georges Santi, Steve Stacchini, Giorgio Stefanelli, Sara Stefanelli, Serenella Valli, Carlotta Venerucci ed Ettore Zonzini.
“Siamo tutti molto contenti – afferma a chiusura di questo percorso artistico Loretta Menicucci, Presidente dell’Associazione Noor2 – Il pubblico ha dimostrato di apprezzare questa mostra che, di fatto, rappresenta una vera e propria ‘fotografia’ della realtà degli artisti che abbiamo sul nostro territorio”. Sia gli artisti presenti che le opere esposte sono stati sottoposti ad un’attenta selezione. “Non si tratta di pittori della domenica – prosegue il Presidente Menicucci – ma di artisti che hanno un background culturale alle spalle, con un livello medio direi buono. Fra l’altro vorrei sottolineare che la Collettiva di Strada è sempre aperta anche ad artisti non solo membri della nostra associazione: abbiamo sempre invitato le altre associazioni culturali a partecipare all’interno di questa iniziativa”.

Quest’anno poi c’è stata un’altra apertura: alla scultura, che ha fatto capolino in Contrada Omerelli. “Sono dodici anni che siamo presenti con questa iniziativa, felici di esserci. Ogni anno cerchiamo di migliorare e di portare qualche novità, l’importante è portare avanti un percorso di qualità. Vorrei sottolineare anche il fatto che ci sono state anche diverse richieste di acquisto delle opere esposte: si tratta di un altro ritorno importante per i nostri artisti”.       [c.s.]

 



Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy