Indagine frodi carosello in Ancona

La Segreteria di Stato per l’Industria, l’Artigianato e il Commercio, di concerto con l’Ufficio di
Controllo e Vigilanza sulle società, viste le richieste di informazioni che giungono alle stesse in
riferimento alla maxi frode su cui sta indagando la Procura di Ancona, ritiene importante
precisare quanto segue con nota ufficiale.
L’attività di controllo sulle imprese, portata avanti tramite l’Ufficio Centrale di Collegamento e
l’Ufficio di Controllo e Vigilanza sulle società, continua a dare riscontri preziosi che consentono
una collaborazione fattiva con lo Stato italiano nella lotta contro le truffe in materia di
interscambio di beni.
In particolare, riguardo ai fatti oggetto dell’indagine in corso ad Ancona, si precisa che la
Segreteria di Stato, tramite gli Uffici preposti, sta attendendo l’elenco delle società indagate per
via ufficiale. E’ altamente probabile che parte delle aziende coinvolte risultino fra quelle
monitorate costantemente dai nostri Uffici e che alcune siano già state oggetto di provvedimenti
sospensivi.
E’ evidente che a tutela del sistema economico e della stessa indagine, fino al perfezionamento
dell’attività investigativa sia in terra italiana che sammarinese, con anche gli opportuni scambi
di informazione e controllo incrociato fra gli organismi, occorre poter mantenere il riserbo
necessario e opportuno.
Sarà cura di questa Segreteria rilasciare note ufficiali agli organi di informazione.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy