Interpellanza di Tito Masi sulle fonte energetiche alternative

“Nei Paesi più avanzati ed anche in alcuni Paesi in via di sviluppo viene dedicata una grande attenzione ai tempi del risparmio energetico e della produzione di energia da fonti rinnovabili. Il nostro Paese, per iniziativa del precedente governo ed a seguito di un confronto costruttivo instauratosi con l’opposizione, si è dotato del primo piano energetico della Repubblica e di una legge all’avanguardia nel settore la quale, tuttavia, per trovare piena attuazione, necessita dell’approvazione di appositi decreti delegati. Alcuni di questi sono pronti da tempo sotto forma di proposte tecniche e sono stati inviati sin dal mese di ottobre 2008 alle associazioni professionali e di categoria interessate per un opportuno confronto.

Pur essendo trascorsi oltre tre mesi dalla costituzione del nuovo governo, non ho notizia di iniziative adottate per dare seguito agli impegni assunti con le nuove norme e con il piano energetico. Considerata la sensibilità ampiamente diffusa sull’argomento e le positive e considerevoli ripercussioni che l’attuazione della legge potrebbe avere sia sull’economia del nostro Paese, soprattutto in un momento di crisi come quello che stiamo vivendo, sia per la tutela dell’ambiente e l’affermarsi di un modello di vita e di sviluppo sostenibile ed eco-compatibile, interpello il governo per conoscere:

1) quali iniziative ha promosso fino ad oggi per giungere alla approvazione dei suddetti decreti delegati;

2) quali intenzioni ha in proposito ed in quali tempi conta di rendere pienamente operativa la legge.

Si chiede risposta scritta.

Il Consigliere Tito Masi

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy