Intossicazione di massa alla piscina dei Tavolucci, 20 persone al pronto soccorso di San Marino

Un episodio di intossicazione di massa si è verificato questa mattina presso la piscina dei Tavolucci, a Borgo Maggiore di San Marino.

Complessivamente 20 persone presenti nell’impianto sportivo hanno segnalato problemi respiratori e per questo motivo sono state portate in pronto soccorso per accertamenti.

Tra di loro anche alcuni bambini. Nessuno sarebbe in gravi condizioni.

Il Comitato olimpico nazionale sammarinese ha disposto la chiusura dell’impianto e parla di “un errato conferimento di prodotti per il trattamento delle acque”.

Sul posto sono intervenuti anche gli agenti della Polizia Civile che, in una nota, sottolinea che “le cause delle esalazioni tossiche sono oggetto di indagine” e che “i presunti responsabili saranno deferiti all’Autorità Giudiziaria con l’accusa di disastro colposo”.

 

Un episodio analogo è accaduto nella stessa piscina il 24 marzo 2015, quando 13 bambini finirono all’ospedale per accertamenti con sintomi respiratori. Le verifiche allora fecero emergere che la nube tossica si era originata dal contatto tra acido solforico e ipoclorito di sodio, il cloro che serve per igienizzare l’acqua della piscina.

L’addetto al cloro dell’azienda che si occupava dell’igienizzazione dell’acqua finì a processo e venne condannato ad 8 mesi di carcere, pena sospesa.

 

Davide Giardi

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy