ITALIA-S.MARINO. SU: CHIARIRE RAPPORTI GOVERNO-007 ITALIANI Agenzia Dire-Torre1

ROSSI E FOSCHI TIRANO IN BALLO CASALI, MULARONI E GATTI
La possibile presenza sul Titano dei servizi segreti italiani. Ha il sapore della spy story l’interpellanza depositata oggi dai consiglieri di Sinistra unita, Alessandro Rossi e Ivan Foschi, per fare chiarezza “su presunte relazioni non istituzionali fra membri del congresso di
Stato e soggetti legati ai servizi italiani”. E in particolare tra il segretario di Stato per la Giustizia, Augusto Casali, e “soggetti che corrispondono ai cognomi di Ferragina e Barbato”.
Negli ultimi anni, ricostruiscono i due esponenti di Su, le cronache sammarinesi hanno registrato il nome di Mario Scaramella, “famigerato consulente della Commissione Mitrokhin”;
“intercettazioni illegali e rapporti tra 007 italiani appartenenti all’Aise e alcuni esponenti politici sammarinesi”, tra i quali Casali, ma anche il segretario di Stato per gli Affari Esteri, Antonella Mularoni, e Gabriele Gatti; e anche “servizi segreti deviati, logge deviate e corruzione politica”.
Fino alla presunta appartenenza ai servizi segreti italiani del comandante dell’Ufficio centrale nazionale dell’Interpol sammarinese, Maurizio Faraone.
Casali, ricorda Su, “ha recentemente ribadito che intende aprire il dibattito sulla esigenza di dare vita a una struttura di intelligence dimensionata al territorio”. Dunque il partito ritiene “urgente fare la massima chiarezza sull’attivita’ di intelligence, la quale deve essere sottoposta a un rigido protocollo”; e che “San Marino e la sua classe dirigente debbano
affrancarsi da relazioni non istituzionali, che insieme a contaminazioni anche peggiori dovute a una progressiva riduzione degli argini dell’etica pubblica e del rispetto delle istituzioni, lo hanno portato a essere percepito dalla comunita’ internazionale come un Paese a bassissimo indice di credibilita’”.

Da qui le domande per l’esecutivo, in primo luogo sui presunti rapporti tra Casali e tali Ferragina e Barbato. E, in caso tali rapporti esistano, occorre specificare di che natura sono, da quanto tempo sono in atto e a quale titolo; “quali siano le qualifiche professionali dei soggetti sopra citati e se abbiano un preciso ruolo nelle istituzioni italiane”; con quali entrature, “meccanismi ed eventuali soggetti vigilati”, siano arrivati sul Titano.

 

Infine “quali siano state le finalita’ di questi eventuali rapporti e se la sovranita’ del Paese sia stata in questi rapporti garantita”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy