L’Emilia Romagna non intende sopperire all’arretratezza di San Marino per i rifiuti

La Repubblica di San Marino per quanto riguarda i rifiuti, specie i rifiuti speciali, è in uno stato di arretratezza cui le zone vicine e, in particolare, l’Emilia Romagna, non intendono sopperire.

San Marino ha dato spazio – e continua a darlo – a lavorazioni obsolete ed inquinanti in cui, fra l’altro, impiega una manodopera che non ha.

Reazioni dall’interno? Nessuna.

Cominciano le reazioni dall’esterno.

L’assessore regionale all’Ambiente, Lino Zanichelli , è stato piuttosto determinato su ‘Venerdì di Repubblica’ annunciando ‘paletti chiari per un Paese Extra Ue che in questo campo ha una normativa arretrata‘.

San Marino, fra l’altro, si è impegnato a realizzare entro i primi mesi del 2009 un proprio un impianto di stoccaggio. Ma al momento nella Commissione per le Politiche Territoriali,

che ha preso il posto della Commissione Urbanistica, i membri preferiscono occuparsi di nuovi ecomostri per continuare a devastare il territorio come ha denunciato l’Associazione Micologica Sammarinese .

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy