L’Informazione di San Marino: dr. Lucio Amati, ambasciatore di San Marino in India

Antonio Fabbri di L’Informazione di San Marino: Amati in carcere, imbarazzo diplomatico / Il presidente del Cs è anche ambasciatore di San Marino in India e ricopre ancora l’incarico. Al momento non si è deciso per una sospensione

Lunedì sarà un mese che il presidente del Credito Sammarinese, Lucio Amati, è sotto custodia cautelare in carcere ai Casetti di Rimini in funzione dell’ordinanza emessa dalla procura di Catanzaro. Al momento è l’unico esponente dei vertici del Credito sammarinese che si trova sotto custodia cautelare in carcere, mentre sia il direttore generale, Vendemini, sia il responsabile dell’antiriciclaggio, Sapignoli, sono ai domiciliari a San Marino, mentre il presidente del collegio sindacale Massimiliano Sensi è stato scarcerato.

La vicenda e la misura restrittiva della libertà per Amati  comincia a diventare imbarazzante per il Titano anche dal punto di vista istituzionale, in particolare per l’incarico diplomatico ricoperto dal presidente del Credito sammarinese.

Amati è infatti Ambasciatore di San Marino in India e risulta ancora tale. Non è stato preso ad oggi nei suoi confronti alcun provvedimento di sospensione dall’incarico da parte dell’Esecutivo. A meno che, come accaduto in altre occasioni, non si attenda un atto di “autosospensione” dell’interessato. Anche perché se si volesse attendere un epilogo delle indagini, i tempi non paiono essere brevi visto che la vicenda giudiziaria è complessa e articolata e non sembra si possa chiudere in fretta.   

Accadde oggi, pillola di
storia

Webcam Nido
del Falco

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy