La CDLS si stringe intorno al suo Segretario

La CDLS si stringe intorno al suo
Segretario

Domani Giovedì 24 Ottobre Conferenza
Stampa per rilanciare 

i contenuti referendari e illustrare le
iniziative politiche sull’emergenza lavoro.

 

SAN MARINO 23 OTTOBRE 2013 – “La metà dei sammarinesi ci ha dato ragione”. Così il Consiglio
Confederale commenta l’esito del voto referendario di domenica 20 ottobre e
ringrazia gli
oltre 14 mila cittadini
che si sono recati alle urne, e in modo
particolare i
10.025 elettori che hanno votato SI
al referendum Salva
Stipendi.

Respinte
all’unanimità le dimissioni avanzate del Segretario Marco Tura
. Due le argomentazioni emerse dal dibattito del parlamentino CDLS: “L’iniziativa referendaria non
è stata una scelta personale o di pochi, ma di tutto il Consiglio Confederale
uscito dall’ultimo Congresso, che ha votato compatto la scelta di promuovere il
Referendum Salva Stipendi”.  Ma soprattutto, giudica il verdetto delle
urne “una grande vittoria politica che non si è tradotta in una vittoria
numerica a causa delle anomalie di una legge referendaria oggi non più in
vigore”.

“Un vero e proprio paradosso – sottolinea la CDLS –
sapientemente coltivato da una politica che si dimostra molto abile nei giochi
di palazzo ma molto distante dalla vita quotidiana delle persone.

La metà dei
sammarinesi ci consegna una grande responsabilità.
Per il Consiglio Confederale, i diecimilaventicinque
SI rappresentano un “patrimonio politico” che va rispettato e che va tradotto
in un impegno concreto: “La metà dei sammarinesi ha messo con grande forza al
centro del dibattito politico e sociale il problema della difesa delle
retribuzioni, quello di rinnovare i contratti in tempi accettabili  insieme alla necessità di abbassare la
conflittualità sociale”.

“Ma il grande consenso popolare arrivato dalle urne –
continua il Confederale – consegna a tutte le forze sociali e politiche la
responsabilità di affrontare con più determinazione i nodi del lavoro, della
disoccupazione e dello sviluppo”.

A questo proposito, 
il Comitato Promotore insieme al Consiglio Confederale della
Confederazione Democratica ha promosso per domani
Giovedì 24 Ottobre, una conferenza stampa
per illustrare le iniziative
per dare dignità al patrimonio di SI al Referendum e per dare risposte concrete
all’emergenza lavoro.

La
conferenza stampa è fissata per le ore 12.00 presso la sede della CDLS, Central
Square, Domagnano.

Il Consiglio Confederale ha infine affrontato il tema caldissimo della Riforma Tributaria
“E’ con stupore misto a delusione – afferma la Confederazione Democratica – che
il Governo ha, di fatto, deciso di interrompere il confronto con le
organizzazioni sindacali. Sono infatti saltati tutti gli annunciati tavoli
tecnici e di approfondimento, visto che le modifiche alla legge tributaria sono
state annunciate agli organi di stampa e non ancora inviate alle forze
sociali”.

Sempre da articoli di stampa, si legge che il Governo
è intenzionato a tagliare di 127 Euro mensili gli stipendi intorno ai 25.000
Euro e di 250 Euro mensili quelli di 35.000: “Cifre – conclude la CDLS – molto
lontane da una responsabile rimodulazione delle aliquote discusse durante il
confronto delle ultime settimane, e difficilmente  sostenibili da molte famiglie sammarinesi”.

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy