La Dc non ha voluto il ripristino dell’asse Dc-Psd

Nell’ambito della

conferenza stampa indetta ieri mattina da Alleanza Popolare

per annunciare il ritiro della delegazione di governo è stato rivelato che il ripristino dell’asse Partito Democratico Cristiano Sammarinese – Partito dei Socialisti e dei Democratici (tipo governo straordinario) non è stato solo una ipotesi giornalistica.

L’accordo era già stato steso da parte del Psd e proposto alla Dc. Solo la opposizione del Segretario Politico Pasquale Valentini e, ovviamente, della maggioranza del suo Partito, ha impedito la formazione di detta compagine politica.

Il che fa giustizia di una serie di illazioni e di accuse verso la Democrazia Cristiana, specie da parte di fuorusciti da detto partito, come

i Democratici di Centro,

che hanno sempre ritenuto di essere gli unici abilitati a trattare col Psd. Proprio la rivendicazione pubblica di detto diritto di primogenitura,

tradotta addirittura in un patto pubblico,

ha finito per far saltare la maggioranza di
governo, formata da Psd, Ap, Sinistra Unita e, appunto, Ddc.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy