La replica di Antonio Fabbri a Sergio Barducci

Vedi articoli i precedenti

Da L’Informazione di San Marino

Caro Sergio, solo poche righe
dato che ne hai scritte già
parecchie tu, ma soprattutto
perché il mio commento non
era incentrato sulla linea editoriale
di Rtv che è nota, perché è
sempre stata quella.
Sarebbe pleonastico dire che
nessuno, né io né te, è immune
da critiche. Non la faccio lunga
su questo, come non la faccio
lunga neppure sul risentimento
che mi attribuisci ma che, tu
sai, non fa parte di me. Non ci
sono né il livore né il rancore.
Non c’è la pretesa di verità assoluta,
ma quella di raccontare
i fatti, di leggerli e di criticarli.
Questo ho fatto e continuerò
a fare. Massimo rispetto, poi,
per tutti voi che lavorate e per
Costanzo… ma benedetto Iddio
se una cosa non piace si potrà
pur dire? Il fatto è, non so se
te ne sei accorto, che da un po’
di tempo a questa parte c’è un
atteggiamento concentrico,
si percepisce bene, teso a
spostare l’attenzione altrove.
A parlare d’altro. Questo
mutuato anche da richieste
specifiche dell’esecutivo che
in conferenza stampa ha detto,
non troppo tempo fa: “Dobbiamo
lavorare tutti insieme
per dare un’altra immagine di
San Marino”. Un assunto che
ha innescato una logica del
“quello che è stato è stato”
quasi disarmante. Ma per
una immagine nuova due cose
ancora mancano: un esame
di coscienza e un esame di
conoscenza. Il primo non lo ha
fatto nessuno. Anzi, chi è stato
preso con le mani nella marmellata
quasi quasi pretende
le scuse anziché porgerle. Il
secondo lo fanno in pochi.
In un paese scordereccio e
dalla memoria corta vien fuori
che conta di più celebrare
che si ha un voto all’Onu
come la Germania, piuttosto
che constatare che i diritti,
all’interno, vengono frustrati.
Ma parere e non essere è
come filare e non tessere. Così
la coperta non arriva mai
e lascia scoperti ora i piedi
ora la testa. Pazienza per i
piedi, viene il raffreddore,
ma se il gelo prende alla testa
si rischia di scantonare nel
ragionamento.
Con affetto e stima
Antonio Fabbri

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy