La Scuderia San Marino domina in pista

SCUDERIA SAN MARINO – COMUNICATO STAMPA

La Scuderia San Marino domina in pista

È stata la pista a regalare le maggiori soddisfazioni del week end alla Scuderia San Marino. I piloti impegnati nel rally di casa sono stati infatti piuttosto sfortunati, raccogliendo meno di quanto previsto.

In pista, invece, è stato un dominio dei colori biancazzurri, a cominciare dal quarto appuntamento stagionale con il Ferrari Challenge, andato in scena al Mugello. Nella serie tricolore del Trofeo Pirelli Andrea Belluzzi, già protagonista nelle qualifiche di sabato, è partito dalla prima fila in entrambe le manche. In gara 1 il sammarinese ha chiuso al 2° posto dietro a Giorgio Sernagiotto e davanti a Riccardo Ragazzi, mentre in gara 2, dove aveva conquistato la pole, ha mantenuto il primo posto fino all’arrivo, davanti a Sernagiotto e Ragazzi.

Grazie a questi risultati Belluzzi è riuscito a scalare fino alla prima posizione la classifica generale del Trofeo Pirelli (94 punti), seguito da Gai (89) e Casè (87).

Il prossimo appuntamento con i protagonisti della serie italiana del Ferrari Challenge Trofeo Pirelli è in programma sul circuito dell’Hungaroring (Budapest) nel fine settimana del 5 settembre.

I successi sulla pista sono continuati sul circuito di Imola, che ha ospitato nel fine settimana il quarto round del Campionato Italiano Turismo Endurance.

In seconda divisione Stefano Valli è stato autentico dominatore, conquistando la vittoria sia in gara 1 che in gara 2, rifacendosi della delusione di Adria, dove problemi alla vettura lo avevano costretto a rimanere ai box, e riaprendo il campionato.

In prima divisione è arrivato il secondo successo stagionale per Paolo Meloni, che ha conquistato la seconda vittoria dopo quella di Misano, ad aprile.

Il pilota sammarinese è tornato sul gradino più alto del podio in gara 2, prendendosi anche una piccola rivincita dopo che la rottura di un manicotto dell’acqua lo aveva privato sabato del terzo posto sicuro in gara 1. A completare il bilancio positivo del fine settimana di Imola, il quarto posto assoluto di Vittorio Bagnasco in entrambe le gare, che si è confermato leader nella classe Benzina 3.3.

Unica nota negativa di tutto il fine settimana sono stati invece i problemi al cambio accusati dall’altra vettura bavarese di Walter Meloni, impossibilitato a prendere lo start di gara 2.

Il prossimo appuntamento è in programma il 24 e 25 luglio sul tracciato del Mugello.

La due giorni del Rally di San Marino non ha invece sorriso particolarmente ai piloti della Scuderia, messi a dura prova dagli impervi sterrati dell’edizione 2010, vinta anche quest’anno da Paolo Andreucci. Dei 53 equipaggi al via solamente 30 hanno tagliato il traguardo.

Bene due navigatori, che hanno chiuso nella top ten. Lorenzo Ercolani, alle note di Denis Colombini, ha infatti chiuso al 6° posto su Peugeot 207 S2000, guidando la classifica dei sammarinesi. Decimo posto, invece, per Alessandro Biordi in coppia con Loris Baldacci su Mitsubishi Lancer Evo IX.

Bene anche Alessandro Broccoli, diciannovesimo su Abarth Grande Punto, e bene Leo Guerra e Francesco Saltarelli, rispettivamente su Renault Clio e Peugeot 106, navigati da Nicola Urbinati e Michele Spadoni, che hanno conquistato la ventottesima e la ventinovesima piazza, oltre alle vittorie di classe N3 e N2.

Numerosi sono stati i ritiri, a cominciare da Danilo Tomassini, fermato sulla settima speciale per la rottura del differenziale della Mitsubishi Lancer Evo IX. Per Tomassini, in gara nel tricolore Produzione, altri punti importanti lasciati per strada dopo quelli persi ad Adria.

Costretti al ritiro anche gli equipaggi composti da Fantini e Ugolini su Opel Astra, da Cappella e Morassi su Subaru Impreza e da Costa e Zanotti su Opel Corsa. Niente da fare nemmeno per Roberto Selva, alle note di Simone De Angelis.
Nella classifica del Challenge Rally Nazionali di quinta zona bella vittoria dell’equipaggio Valentini-Ugolini su Opel Corsa, mentre l’altra coppia della Scuderia San Marino, quella formata da Vicini e Conti sul Opel Corsa Gsi 8v, si è dovuta ritirare sulla seconda piesse.

Da segnalare anche la presenza, fuori competizione, di Stefano Rosati che, assieme al co-driver Sergio Toccaceli, ha assicurato divertimento e spettacolo per tutti i presenti.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy