La situazione delle sanità sammarinese

SANITA’. 2008, IL BILANCIO PER LA PRIMA VOLTA E’ IN PAREGGIO
SEGRETARIO DI STATO CHIARUZZI: NESSUN TAGLIO

Nessuna ulteriore spesa. Il bilancio 2008 del settore sanitario e socio-sanitario della Repubblica di San Marino è in pari. Un risultato in assoluto positivo per la sanità sammarinese, visto che in fase di assestamento di bilancio finora si era sempre intervenuti modificando e aumentando le risorse a disposizione per il settore. E’ stato il Comitato Esecutivo dell’ISS, nella seduta del 29 agosto e con la delibera n. 10 ad approvare la proposta di assestamento di bilancio per l’esercizio finanziario 2008. Nel documento, di fatto, si legge che “nell’intendimento di perseguire nell’attività di controllo della spesa, valutata la possibilità di finanziare il completamento dell’attività di gestione dell’anno in corso con le risorse messe a disposizione nell’ambito degli stanziamenti di Bilancio approvato con la legge n. 29 del 21 dicembre 2007, l’Istituto per la Sicurezza Sociale, per il finanziamento dell’attività Sanitaria e Socio-Sanitaria, non richiederà ulteriori risorse all’amministrazione centrale per lo svolgimento delle proprie attività in ambito sanitario e socio-sanitario per l’esercizio 2008”. In pratica sono da considerarsi sufficienti i 52.800.000 a disposizione per l’assistenza sanitaria e i 9.900.000 di euro stanziati per il settore socio-sanitario di quest’anno.
“Quanto si è verificato nel 2008, proprio per questo motivo- commenta
Mauro Chiaruzzi, Segretario di Stato alla Sanità
– è da considerarsi a pieno titolo, come un elemento nuovo e qualificante nell’ambito dell’utilizzo delle risorse pubbliche in ambito sanitario”. E’ d’obbligo, però, aggiunge il responsabile della Sanità, “non fermarsi esclusivamente all’analisi dei dati economici di bilancio, e non perdere di vista la stessa mission dell’ISS, che è quella, in primo luogo, di garantire la salute ai cittadini sammarinesi”.
Un’analisi delle attività, insomma, “testimonia come il risultato economico non sia stato raggiunto contraendo l’offerta o tagliando i servizi, ma esclusivamente utilizzando al meglio le risorse a disposizione nel rispetto degli equilibri di bilancio”, conclude Chiaruzzi.
NELLA SCHEDA, TUTTI I NUMERI E GLI APPROFONDIMENTI
——————————-
Ecco l’analisi dei dati economici e un esame dei volumi di attività, dei servizi erogati e degli interventi effettuati nell’esercizio 2008
Il numero di assistiti ISS è in continuo e progressivo aumento: gli ultimi dati indicano che al 31 agosto 2008 hanno superato la quota di 32.400 unità. Anche l’età media degli assistiti, come d’altra parte avviene in tutti i paesi occidentali, è in continuo aumento. Appare evidente che in riferimento a questi due fattori, numerosità degli assistiti e loro invecchiamento, aumentano di conseguenza anche i bisogni dei cittadini a cui è strettamente legata la domanda e l’offerta dei servizi assistenziali e socio-assistenziali.

Le attività di ricovero dell’Istituto sono sensibilmente aumentate rispetto al 2007, le chirurgie lavorano oggi a pieno ritmo con numeri e risultati fino a qualche anno fa assolutamente impensabili per San Marino.

I lavori di ristrutturazione dell’Ospedale procedono a pieno ritmo rispettando i cronogrammi previsti. Si è appena consegnata la Degenza di Ostetricia e Ginecologia a cui seguirà l’Area Travaglio Parto e la consegna a metà del prossimo esercizio del Blocco Operatorio. Si sta concludendo la ristrutturazione del Centro Farmaceutico a cui seguiranno immediatamente i lavori per la Cardiologia. Partiranno a breve i lavori per la Geriatria, la Lungodegenza e la Neurologia. Nel prossimo esercizio verranno avviati i lavori per le Centrali Tecnologiche, la Radiologia e le Degenze Chirurgiche assieme ai lavori relativi a tutti gli ambulatori della Specialistica Ambulatoriale che permetteranno di risolvere l’annoso problema relativo agli spazi degli Ambulatori Pediatrici.
Sono stati effettuati importanti investimenti nelle attrezzature per la diagnostica che garantiscono assieme all’alta professionalità dei nostri professionisti alti standard qualitativi. Nel corso del 2008 verrà finalmente avviata la gara per l’acquisto del RIS-PACS (diagnostica per immagini) che permetterà alla radiologia di completare quel percorso di ammodernamento avviato ormai da qualche anno. E’ doveroso sottolineare che tali investimenti, assolutamente necessari, hanno però un effetto inevitabile sull’aumento dei costi di gestione.

Sono proseguiti gli interventi per il recupero dell’export in ambito di mobilità sanitaria dei pazienti sammarinesi. Solo nel 2007 si è avuto un calo delle spese per prestazioni fuori territorio superiore al 9 per cento.

Si stanno facendo importanti investimenti sulle risorse umane che sono la più importante e la più qualificante risorsa in servizi ad alta specializzazione come quelli sanitari e socio-sanitari, si stanno assumendo Medici e personale sanitario quali Infermieri e OSS.
Si è giunti al completamento delle nomine previste dall’Atto Organizzativo e questo permetterà all’Istituto di sperimentare concretamente tale modello dipartimentale per dare più responsabilità gestionale e organizzativa ai professionisti.
Si è cercato di aumentare sensibilmente i ricavi propri dell’Istituto cercando di aumentarne progressivamente l’autonomia finanziaria. L’aumento dei ricavi propri dell’ISS permette in effetti di pesare sempre meno sulle casse dello Stato, mantenere alta la professionalità degli operatori e utilizzare al meglio una struttura ospedaliera che in taluni casi, visti gli esigui numeri della popolazione sammarinese, risulterebbe essere in assoluto non efficiente se limitata a soddisfare i bisogni dei sammarinesi.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy