Lavori dell’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa

Proseguono a Strasburgo i lavori dell’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa (APCE).
Nel pomeriggio di lunedì, il Presidente del Comitato dei Ministri, Ministro degli Affari Esteri dell’ex Repubblica Yugoslava di Macedonia Antonio Milošoski, ha presentato le priorità della propria Presidenza nel corso della prima comunicazione del semestre: sostegno al processo di Interlaken per garantire l’efficacia della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, tutela dei gruppi emarginati e delle minoranze nazionali, partecipazione dei giovani alla vita pubblica. Ha quindi risposto alle domande rivolte dall’Assemblea e, tra queste, alla domanda del Consigliere Stolfi sulle strategie della Presidenza macedone per la promozione del dialogo interculturale.

Il Presidente Milošoski ha ricordato come proprio il semestre di Presidenza sammarinese abbia avviato il progetto, divenuto poi patrimonio del Consiglio d’Europa, teso al sostegno del dialogo interculturale con particolare attenzione alla dimensione religiosa e ha ricordato che, nell’Incontro del prossimo settembre a Ohrid, verrà trattata la funzione dei media nel favorire tale dialogo, sempre più necessario in un’Europa caratterizzata dalla coesistenza di tante culture.
All’ordine del giorno, anche il dibattito annuale sullo stato della democrazia in Europa, un dibattito con procedura d’urgenza sulle rinnovate tensioni in Medio Oriente, la discussione sull’Islamofobia e l’esame dei rapporti sulla gestione della pandemia H1N1.
Ieri l’Assemblea ha proceduto all’elezione dei Giudici tedesco e maltese presso la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo. Sono stati eletti, per la Germania, la candidata Angelika Nussberger con 113 voti su 205 votanti e, per Malta, il candidato Anthony De Gaetano, con 114 voti su 198 votanti.
Ai margini dei lavori, la delegazione sammarinese ha incontrato il candidato olandese al ruolo di Segretario Generale dell’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa, Ian Kleijssen, che ha colto l’occasione per formalizzare la propria candidatura alle elezioni del prossimo ottobre.

San Marino, 23 giugno 2010/1709 d.F.R.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy