Lettera di San Marino all’Ocse: al momento nessuna critica

La lettera inviata all’Ocse da Antonella Mularoni, Segretario di Stato per gli Affari Esteri, per far evitare alla Repubblica di San Marino la black list il prossimo 2 aprile a Londra, ha ricevuto un secondo plauso diretto.

Ieri mattina da Giuseppe Morganti di Partito dei Socialisti e dei Democratici, coalizione Riforme e Libertà, minoranza in Consiglio Grande e Generale.
Ieri sera da Pasquale Valentini, Segretario del Partito Democratico Cristiano Sammarinese (coalizione Patto per San Marino, maggioranza).
Ha detto, fra l’altro, Valentini che bisognava ‘non cadere nell’errore già commesso con i ritardi alle sollecitazioni del Moneyval‘.

Secondo Valentini ‘si deve dare atto dello sforzo che il
governo sta compiendo per ricreare le condizioni utili a superare l’emergenza e tornare a parlare di cosa San Marino dovrà essere in futuro
‘ (San Marino Rtv).

Anche nella
conferenza stampa tenuta ieri da Riforme e Libertà, della lettera si è detto che è stata inviata tardi, ma non ne è stato criticato il contenuto.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy