Libretti al portatore al capolinea. Asdico

Libretti al portatore al capolinea
 
Indispensabile estinguerli o trasformarli in libretti nominativi entro il 31 Dicembre 2013, in caso contrario le somme presenti vanno a favore dello Stato
 
 
18 Dicembre 2013 – Il 31 Dicembre prossimo finisce l’epopea dei libretti al portatore che sono stati lo strumento principale dove convogliare il risparmio di tante famiglie, di giovani ed anziani. I libretti al portatore sono, purtroppo, anche stati uno strumento spesso abusato dai furbetti di ogni specie per il transito di somme di denaro sottratte all’imposizione fiscale o per il pagamento di cifre – anche importanti – di cui si voleva far perdere la tracciabilità.
 
Le Associazioni dei Consumatori sammarinesi – Sportello Consumatori ed ASDICO – non rimpiangono certo la definitiva chiusura dell’epoca dei “libretti al portatore”, ma desiderano evidenziare a tutti i concittadini che sono in possesso di libretti al portatore quanto previsto dal Decreto Legge 16 Maggio 2013 n. 54. Tale decreto, in realtà poco pubblicizzato, prevede infatti che il diritto alla restituzione delle somme derivanti da libretti al portatore non estinti o non convertiti in rapporti nominativi si estingue il 1° Gennaio 2014; entro il 31 Gennaio 2014 le somme non restituite dovranno essere versate dalle Banche allo Stato.
 
Sportello dei Consumatori e ASDICO invitano tutti i concittadini ed i consumatori sammarinesi, ed in particolare gli anziani, a controllare con attenzione l’eventuale presenza di libretti al portatore ancora non convertiti in rapporti nominativi e – nel caso ne siano ancora in possesso – a recarsi con urgenza presso la propria Banca per procedere alla conversione nominativa o alla estinzione del rapporto.
 
Il rischio reale è che siano ancora presenti nelle famiglie sammarinesi, magari dimenticati in qualche cassetto o tra i ricordi e gli effetti personali, dei libretti al portatore. O che magari rapporti di questo tipo siano stati accesi nel passato da persone anziane (e che, nel frattempo, sono purtroppo decedute) senza comunicarlo ai familiari. Passato il 31 Dicembre prossimo questi libretti al portatore non varrebbero più neanche la carta su cui sono stampati e le somme presenti non potrebbero essere più reclamate da familiari o eredi.
 
Massima attenzione quindi! Le Assoconsumatori sammarinesi invitano i familiari ad informare i loro parenti  più anziani mettendoli in guardia rispetto ai rischi della possibile perdita dei loro risparmi al portatore qualora non siano già stati convertiti in forma nominativa.
 
Associazione Sportello Consumatori
ASDICO – Associazione Sammarinese Difesa Consumatori

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy