Licenziamenti Karnak – BIHolding. Confronto con sindacati e ANIS sui previsti tagli al personale

Il management del Gruppo BIHolding ha incontrato
le organizzazioni sindacali e l’ANIS, l’associazione degli industriali
della Repubblica di San Marino per discutere nel dettaglio l’annunciato
piano di riassetto.

L’incontro ha ufficialmente aperto il tavolo di
confronto sui previsti tagli al personale che, come già annunciato in
data 20 giugno 2012, coinvolgeranno 21 dipendenti del Gruppo a San
Marino (su complessivi 150).

Il Gruppo ha deciso di attivare subito i licenziamenti, seguendo
puntualmente quanto previsto dalle norme sammarinesi e preferendo –
sempre dopo una ponderosa analisi – questa misura, perché economicamente
più efficace e più sostenibile rispetto ai contratti di solidarietà e
alla cassa integrazione.
Affinché i contratti di solidarietà fossero
efficaci, infatti, il Gruppo avrebbe dovuto chiedere un sostanzioso
sacrificio economico a tutti i dipendenti del Gruppo, una richiesta che
molto difficilmente avrebbe raggiunto l’unanimità necessaria ad adottare
la misura e che comunque non sarebbe stata sostenibile per i salari più
bassi.
Quasi impossibile, inoltre, anche il ricorso alla cassa
integrazione perché il Gruppo BIHolding è composto da società di
servizi e non di produzione industriale. Questo significa che non è
possibile attivare con efficacia la cassa integrazione, riuscendo al
tempo stesso a non interrompere il servizio atteso dalle decine di
migliaia di clienti che il Gruppo serve a San Marino e in Italia.
Da qui la scelta inevitabile di tagliare il personale nelle funzioni aziendali degli acquisti e del supporto rete.
Il
Gruppo conferma la sua determinazione a garantire a tutti i lavoratori e
alle loro famiglie il pieno accesso a tutte le tutele sociali previste
dalla legge.

 

Leggi comunicato Gruppo BIHolding

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy