Marco Arzilli (San Marino, Industria). Le cose che non vanno. Il Resto del Carlino San Marino

Monica Raschi di Il Resto del Carlino San Marino: L’Intervista a Marco Arzilli, Segretario all’Industria / «In questi anni mancati i piani per lo sviluppo» / Le urgenze: uscire dalla black list e credito alle imprese

Sburocratizzare. Questo è uno degli altri temi fondamentali, come il recupero dell’immagine 

Decine  di aziende chiuse e oltre mille lavoratori disoccupati: il confronto fra il periodo che va da gennaio 2011 e gennaio 2012 (l’ultimo dato statisticamente rilevato) appare molto sconfortante. Ed è notizia solo di un giorno fa dell’ennesima chiusura di un’altra ditta i cui trenta dipendenti sono rimasti senza lavoro.

Una situazione che non si era mai vista a San Marino. «Sono soprattutto i settori edili e manifatturieri a soffrire. E’ una emorragia che siamo costretti a registrare come conseguenza della nostra presenza nella black list e chiaramente anche della grave crisi che investe l’Italia e l’Europa— risponde il segretario all’Industria, commercio e artigianato, Marco Azilli —. Circa la black list voglio dire che sta danneggiando più le imprese oneste che le altre: le prime infatti non investono più, mentre le altre trovano sempre il modo di fare i loro traffici».

Segretario, quali sono le cose più urgenti da fare per aiutare industrie, artigiani e commercianti? «E’ urgente operare una forte sburocratizzazione per tutte le imprese, grandi e piccole. Fondamentale poi è che queste attività abbiano accesso al credito. Il nostro sistema finanziario non deve più agire come ha fatto fino a poco tempo fa e cioè non può più essere fine a se stesso. Purtroppo in questo momento anche le banche stanno soffrendo, scende la liquidità e la raccolta di denaro, i dati sono di questi giorni, è scesa ancora. Sono convinto però che la nostra uscita dalla black list risolverebbe la gran parte dei problemi. Il nostro Paese è cambiato tantissimo, non sono parole: chiunque può venire a vedere».

C’è un settore nel quale San Marino può svilupparsi maggiormente? «Penso che i settori debbano essere presenti tutti, come è accaduto fino a ora. Ma occorrono piani di sviluppo che in questi anni sono mancati. E’ necessario considerare non solo il mercato italiano ma anche quello internazionale. Questo lo si può fare attraverso l’aeroporto che può diventare strategico per quanto riguarda le merci. Siamo in una ottima posizione,occorre sfruttarla».

Altre cose urgenti? «San Marino deve recuperare la sua immagine. Questa è una cosa essenziale». Monica Raschi   

ASCOLTA IL GIORNALE RADIO DI

OGGI

OGGI I

GIORNALI PARLANO
DI

Webcam
Nido del Falco

Meteo San
Marino di N. Montebelli

Vignette

di Ranfo

Accadde oggi, pillola di
storia

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy