Marco Gatti (Dc) sul Consiglio straordinario. Agenzia Dire Torre 1

 BCS; Gatti (Dc):   CONSIGLIO STRAORDINARIO INOPPORTUNO

“NON E’ IL LUOGO PER DIRIMERE CONTROVERSIE CON BCSM”

  “Non condivido che su ogni singolo caso, seppur importante, si chieda un Consiglio straordinario. Mi sembra svilire il ruolo del Consiglio Grande e Generale”. Marco Gatti, segretario del Pdcs, partito capofila della maggioranza, rinvia al mittente la richiesta avanzata oggi dalle forze di opposizione alla Reggenza. Ovvero, l’idea di ripetere al piu’ presto un dibattito consigliare sul sistema finanziario per passare al nodo di Bcs, a una sola settimana dall’ultima sessione in cui e’ stata affrontata la vicenda del Credito sammarinese.
    “E’ legittimo- riconosce Gatti- da parte dell’opposizione chiedere di essere informati”. E di riflesso, “per il governo e’ un dovere dialogare con tutti i capigruppo, per aggiornarli periodicamente ed anche in occasioni importanti, come quella di Banca commerciale, sul sistema bancario e sui relativi problemi”.
 Ma precisa: “Non e’ il Consiglio il luogo deputato per dirimere le controversie tra soci di istituti di credito e Bcsm”. In questo modo “si dibatte sempre gli stessi temi senza possibilita’ di soluzione- chiarisce- perche’ non di competenza, e si finisce poi con il togliere tempo all’attivita’ propria del Consiglio”.
 In questo momento per il Parlamento sammarinese “e’ infatti necessario affrontare le riforme per il Paese”.  Il leader del Patto punta poi il dito contro l’accesa polemica innescata dalla minoranza: “Il dibattito cosi’ gestito agita, senza motivo, gli investitori e i correntisti”, manda a dire. “Questi dibattiti ed accuse- prosegue- non aiutano il nostro sistema bancario perche’ generano solo sospetto”, anche perche’ “il sistema nel suo complesso e’ solido e lo sta dimostrando continuamente”. Prende quindi le difese di Banca centrale: “Se interviene lo fa sicuramente a garanzia di tutti i risparmiatori, non per suo piacere”.     Nel caso di Banca commerciale sammarinese, spiega il segretario Pdcs, “risulta che il provvedimento di amministrazione straordinaria e’ motivato da problemi di governance e non patrimoniali”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy