Massimo Fabbri da direttore di banca ad ‘eroe’: accoltellato all’addome ha inseguito il malvivente per il centro storico di Rimini bloccandolo in piazza Tre Martiri

Tremilaseicento euro: il bottino che ha spinto un uomo di 46 anni a tentare una rapina alla filiale della Banca Valconca di Piazza Malatesta. Sono stati ricostruiti dettagliatamente i minuti che hanno portato all’arresto del malvivente che ha tentato di rapinare la banca, prima di essere catturato dal direttore Massimo Fabbri.
Verso le 13 l’uomo armato di un coltello con lama lunga più di 13 centimetri ha fatto l’ingresso nella banca e ha minacciato una cassiera. Il panico si è presto diffuso ma il direttore della banca, alla settima rapina in trenta anni di carriera, non è rimasto con le mani in tasca. Ha affrontato l’uomo che è uscito dalla banca con 3600 euro. Il direttore l’ha raggiunto e fatto cadere dalla bicicletta. E’ stato qui che Massimo Fabbri è stato ferito all’addome con una coltellata profonda due centimetri.
L’inseguimento è proseguito di corsa per il centro storico: via Bonsi, via Isotta, via Soardi e poi piazza Tre Martiri, dove anche grazie all’aiuto di due passanti, Fabbri è riuscito a fermare il criminale che nel frattempo aveva lasciato cadere i soldi.
Le Forze dell’ordine, subito accorse sul posto, hanno arrestato l’uomo e portato in ospedale Fabbri, dichiarato poi guaribile in 10 giorni.

Leggi la notizia di ieri

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy