Massoneria a San Marino: un’altra loggia si tira fuori da Why not

Dopo l’uscita pubblica di ieri di Italo Casali, Gran Maestro della Serenissima Gran Loggia di San Marino, che esclude il coinvolgimento della sua organizzazione nell’indagine Why not, oggi è la volta di un’altra smentita.
La Tribuna Sammarinese pubblica una lettera di ‘Francesco Brigante, il Maestro Venerabile della Loggia Titano, Grande Oriente della Repubblica di San Marino ‘, che a sua volta esclude la sua organizzazione dalla indagine Why not e polemizza con Casali fra l’altro su complicate questioni di regolarità e primogeniture massoniche.
Brigante conclude così la lettera a proposito di Why not e delle relative dichiarazioni di Casali: ‘a nostro avviso sarebbe stato opportuno comunicare alle Forze dell’Ordine nomi di persone e presunte attività illecite di cui si è a conoscenza, prima che questi rischino di sporcare e/o creare malintesi su associazioni dalle finalità nobili‘.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy