Mobilitazione sindacale a San Marino e in Italia a favore dei frontalieri

I sindacati sammarinesi e italiani sono al lavoro per ripristinare la franchigia sui redditi dei lavoratori frontalieri. Franchigia scomparsa dall’articolato della Legge Finanziaria 2008 depositata in Senato.

I segretari generali Giovanni Ghiotti (CSdL) e Marco Beccari (CDLS), in questi giorni a Lisbona per partecipare ai lavori del comitato esecutivo della Confederazione Europea dei Sindacati (CES), hanno incontrato i rappresentanti nazionali di CGIL,CISL e UIL, esprimendo forte preoccupazione per l’aggravarsi del peso fiscale sulle buste paga dei seimila lavoratori italiani occupati in Repubblica.

Intanto anche il Consiglio Sindacale Interregionale San Marino – Emilia Romagna – Marche, composto dai sindacati sammarinesi e italiani, si sta già muovendo nei confronti delle autorità del governo e del Parlamento Italiano. Con una lettera indirizzata alle commissioni bilancio e finanze di Camera e Senato, il CSI chiederà di inserire nella finanziaria 2008 la franchigia, rimarcando altresì la necessità di un aumento rispetto alla quota di 8mila euro.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy