Molestie a segretaria da parte di Capo di Stato, Consiglio in fibrillazione tra imbarazzo e sconcerto

Convocazione d’urgenza dei Segretari di Stato e seduta consiliare iniziata in ritardo. Per ora nessun intervento dei partiti. Rf ha riunito ieri sera il Coordinamento

Il Palazzo è in forte imbarazzo e nessuna presa di posizione pubblica è arrivata ieri mattina a fronte della notizia delle molestie a sfondo sessuale da parte di uno dei due Reggenti, Giacomo Simoncini, nei confronti di una segretaria. Un silenzio durato tutta la giornata e che è più eloquente di mille conferme, rotto solo in serata da un comunicato diramato dall’ufficio stampa del Congresso di Stato, che annuncia che le osservazioni dell’interessato rispetto alle contestazioni mosse arriveranno a fine mandato, appena concluso il semestre reggenziale. Un comunicato nel quale ci sono riferimenti alla correttezza istituzionale, correttezza dell’informazione, rispetto della Suprema magistratura, ma nella nota il governo non spende una parola per il rispetto dovuto alla vittima dell’accaduto. (…)

Articolo tratto da L’Informazione

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy