Nasce davanti al mare la nuova Casa dei Matrimoni del Comune di Rimini

Ha ricevuto parere favorevole dalla III Commissione consiliare la proposta deliberativa, esaminata questa mattina, per l’approvazione del progetto preliminare per la costruzione di locali adibiti a presidio delle attività socio – culturali e alla riqualificazione del Piazzale Boscovich.

 

Una nuova struttura comunale che, accanto agli altri scopi potenziali per cui potrà essere utilizzata (informazioni, attività di relazione e culturali), potrà consentire alle coppie che lo desiderano la possibilità di celebrare il proprio matrimonio in riva al mare.

 

“Dopo la Palazzina Roma di piazzale Fellini e la sala del Giudizio e il Lapidario Romano del nostro Museo – ha detto l’assessore ai Servizi generali, Irina Imola – ampliamo il ventaglio di possibilità per chi sceglie Rimini per celebrare le proprie nozze, offrendo un luogo simbolo della nostra identità. Veniamo così incontro alle richieste di tante coppie che sognano di sposarsi in riva al mare e siamo certi che saranno in tanti ad approfittarne. Le normative in vigore impongono però, che affinché i matrimoni siano legittimi debbano avvenire in una sede di proprietà comunale.

 

Oggi, quindi, con l’avvio delle procedure urbanistiche necessarie alla realizzazione di una struttura comunale in piazzale Boscovich, si avvicina la possibilità che il desiderio di molti nostri concittadini, ma anche di tanti ospiti, si realizzi.”

 

Il progetto per la realizzazione della Casa dei Matrimoni del Comune di Rimini in piazzale Boscovich è stato realizzato da Anthea tenendo conto in primo luogo del contesto del luogo, avamposto al limite fra l’urbano e il naturale, fra il costruito e il mare aperto, un ‘ambiente’ a tutti gli effetti riconducibile alla città turistica, ‘paesaggio’ tipico della riviera adriatica con elementi caratteristici e ricorrenti in uno dei luoghi identitari e più amati della città.

 

 

 

Il progetto Casa dei Matrimoni rappresenta un buon connubio tra tecnica costruttiva, materiali scelti, durabilità, valorizzazione del luogo e manutenzione del manufatto: con l’ambizione di porsi, come esempio, sia per nuovi interventi lungo il molo che per nuove architetture balneari di piccolo e medio taglio che traducano nei fatti un approccio paesaggistico più armonico ed ecologico.

 

Grande attenzione è stata dedicata alle modalità costruttive di un luogo difficile (spazio aperto sul mare – porto canale) per la sua alta esposizione ad agenti atmosferici e alle maree che hanno portato verso la scelta di forme e materiali ad alta protezione, manutenibilità e risparmio energetico.

 

L’edificio che ospiterà l’ufficio comunale destinato anche a Casa dei Matrimoni é costruito in gran parte con materiali riciclabili come legno massiccio, legno composito, vetro e alluminio. Il legno è il materiale di base in grado di offrire vantaggi strutturali, isolamento e igrometricità, prefabbricazione e rapidità costruttive, economicità dei costi realizzativi.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy