Nell’indagine “champagne”, droghe in discoteca, coinvolto anche San Marino

Nell’indagine denominata “champagne” in corso a Rimini per le droghe in discoteca, è tirato in ballo anche San Marino.
Infatti un sammarinese, Nevio De Angelis, 40 anni, dipendente del Servizio Igiene Urbana della Pubblica Amministrazione, è stato arrestato dagli agenti della narcotici della squadra mobile, agli ordini di Sabato Riccio, ieri sera a Rimini.
Pare che De Angelis si occupasse di aspetti logistici e organizzativi delle serate in discoteca a base di coca e champagne all’interno di un gruppo di oltre una decina di persone che riusciva a piazzare mensilmente fino a 3 chili di cocaina.
Agli arresti pure l’albanese Lorenz Lila, residente a San Marino.
E anche altri albanesi arrestati abitavano vicino al Titano dove si spostavano dopo la cessione di stupefacente, per sottrarsi ai possibili controlli delle forze dell’ordine italiane.
La Gendarmeria di San Marino ha fornito, costantemente, la sua collaborazione alla questura di Rimini, contribuendo attivamente al buon esito dell’operazione.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy