No a San Marino nella Ue. Raschi (Ael)

Leonardo Raschi, Arengo e Libertà (coalizione Patto per San Marino, maggioranza in Consiglio Grande e Generale) si dice contrario a una specifica richiesta di adesione della Repubblica di San Marino alla Unione Europea e ne indica i motivi.

Le cose a mio avviso sono un po’ più complicate di quanto appaiono. Personalmente ero euroscettico cinque anni fa e euroscettico sono rimasto. Ora tutti noi sappiamo che aderire all’Unione Europea comporta la libera circolazione delle merci, dei capitali, delle persone e delle loro residenze, del mercato del lavoro, dei lavoratori, delle professioni, dei mestieri…e così via.

Prendiamo in esame ad esempio la libera circolazione delle persone e delle residenze: mentre Montecarlo centellina con il contagocce l’attribuzione delle residenze (concedendole solo a personaggi facoltosi che portano ricchezza al paese) da noi si vorrebbe liberalizzare il tutto facendo diventare San Marino un porto di mare in cui possa risiedere chiunque, dal malavitoso al camorrista al delinquente ecc.

Leggi articolo di Leonardo Raschi

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy