San Marino. Scosse di terremoto: Protezione Civile al lavoro

San Marino. Scosse di terremoto: Protezione Civile al lavoro

SAN MARINO. La Segreteria di Stato per il Turismo con delega ad interim al Territorio, in collaborazione con il Servizio di Protezione Civile, si è da subito attivata per verificare eventuali complicazioni sul territorio in seguito alle forti scosse di magnitudo ML 5.4 (ore 19.10) e 5.9 (ore 21.18), verificatesi mercoledì 26 ottobre 2016 nella zona di confine tra Umbria e Marche (tra i comuni di Visso e di Pieve Torina in provincia di Macerata), a nord dell’area attivata il 24 agosto scorso. Entrambe le scosse sono state avvertite distintamente da gran parte della popolazione di San Marino.

Fin dalle prime ore di questa mattina, in via del tutto precauzionale, pur non avendo ricevuto segnalazioni di danni, i tecnici del Servizio di Protezione Civile e dell’Azienda Autonoma di Stato per i Lavori Pubblici hanno effettuato sopralluoghi di controllo negli edifici scolastici della Repubblica per accertare l’assenza di eventuali danneggiamenti.

Il Segretario di Stato Teodoro Lonfernini, che dal momento dell’accaduto si è costantemente tenuto in contatto con i vertici della Protezione Civile, è sollevato nel comunicare alla cittadinanza che i sopralluoghi non hanno evidenziato alcuna problematica.

 

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy