San Marino. Pdcs verso il Congresso di marzo

SAN MARINO. Ieri sera, mercoledì 21 dicembre, si è riunito il Consiglio Centrale del PDCS: al centro dell’incontro le riflessioni  sull’esito elettorale e la delineazione delle strategie del Partito per il prossimo futuro. L’assemblea ha concluso i lavori votando a larghissima maggioranza la convocazione del Congresso  per i giorni dal 3 al 5 marzo  e la proposta di respingere le dimissioni  di Teodoro Lonfernini, Francesco Mussoni e Luca Marcucci dalla Direzione del Partito.

A seguito dell’intervento del Segretario Gatti, che aveva aperto la riflessione dell’assemblea analizzando i risultati elettorali e i possibili elementi che hanno impedito alla coalizione SMPDT di uscire vincitrice dal confronto, è scaturito un ampio ed approfondito dibattito che ha visto 32 amici esprimere numerose riflessioni da diversi punti di osservazione e sulla base di diverse esperienze maturate. Il confronto caratterizzato da una comprensibile vivacità, ma altresì vero e profondo, si è incentrato anche sull’esame della proposta del Segretario di convocare al più presto un Congresso Generale del PDCS quale occasione di rinnovamento della linea politica del partito e dei suoi organismi, e come opportunità per dare nuovo slancio all’azione politica del PDCS nel ruolo di opposizione, che il corpo elettorale ci ha assegnato pur confermandoci primo partito del Paese. (…)

Leggi comunicato

 

 

 

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy