San Marino. Piscina dei Tavolucci, a giudizio l’addetto al cloro

Antonio Fabbri – L’informazione di San Marino: Nube tossica in piscina, a giudizio addetto della ditta del cloro

SAN MARINO. Per l’incidente del 24 marzo 2015 alla piscina dei Tavo­lucci, in seguito al quale si era sprigionata una nube di cloro e tredici bambini erano finiti al pronto soccorso per le esalazioni tossiche, finisce a giudizio l’incaricato della ditta che trasporta e consegna le sostanze necessarie per la igienizzazione dell’acqua alla stessa piscina.

Quel martedì di marzo, attorno alle 16, una nube di cloro aveva invaso i locali dell’impianto sportivo. Si era innescata quindi l’in­dagine per verificare che cosa fosse accaduto e le eventuali responsabilità. Secondo la ricostruzione emer­sa dall’inchiesta del Commis­sario della Legge, ad operare il travaso delle sostanze nel circuito della piscina, quel giorno c’era Ali Ben Salem, quarantenne originario della Tunisia e residente a Monte­scudo, incaricato della ditta Sacs Spa. (…)

Leggi l’intero articolo di Antonio Fabbri pubblicato dopo le 23

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy