San Marino. Anis al Governo: “Serve un Piano Strategico”

Un Piano Strategico che fissi chiaramente gli obiettivi per il Paese e le modalità operative con cui raggiungerli. Questa la principale richiesta dell’Associazione Nazionale Industria San Marino al nuovo Governo, avanzata nel corso del primo incontro ufficiale con il Congresso di Stato.

La delegazione ANIS, composta da diversi membri del Consiglio Direttivo, ha infatti incontrato l’Esecutivo ieri pomeriggio per la prima volta dall’insediamento, auspicando che questi incontri si susseguano con cadenza regolare nei prossimi mesi, soprattutto in procinto delle grandi riforme che la coalizione Adesso.sm ha annunciato di voler attuare. Riforme che il mondo delle imprese attende da tempo, a partire da quella delle imposte indirette, sulla quale ANIS da sempre sostiene il passaggio al sistema IVA, che garantirebbe un’imposizione certa e più equa, ma anche e soprattutto per favorire il processo di integrazione con l’Unione Europea e garantire una maggiore facilità di dialogo con altri Paesi per quanto riguarda l’interscambio commerciale. Altri interventi necessari al sistema economico poi riguardano il collocamento dei lavoratori, con un più rapido ed efficace incontro tra domanda e offerta. Quindi il Bilancio dello Stato, su cui va attuata una spending review molto più incisiva per liberare risorse utili agli investimenti in infrastrutture, processi di informatizzazione coordinati e in capitale umano, per valorizzare il ruolo della P.A., che deve diventare volano per lo sviluppo economico. Nell’incontro si è anche discusso del rilancio del settore bancario, fondamentale per le imprese, e di quello dell’edilizia, che può generare un notevole indotto per tutto il sistema.

Leggi il comunicato

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy