San Marino. Vulcano, filone sammarinese: rinvio a giudizio per estorsione

Antonio Fabbri – L’informazione di San Marino: Nel caso contestato le violenze e minacce ai fratelli Lo Giudice per avere la somma di 70mila euro / Vulcano RSM, tre rinvii a giudizio per estorsione / Arriva a processo il filone sammarinese della vicenda che ha visto protagonisti esponenti mafiosi ruotare attorno alla finanziaria Fincapital / Degli iniziali 17 indagati, tra prescrizioni, non luogo a procedere e decisioni già emesse in Italia, arrivano davanti al giudice Vallefuoco Sinatra e Agostinelli

SAN MARINO. Arriva a giudizio anche il filone sammarinese del caso Vulcano, il primo che fece scoprire la presenza anche stanziale delle organizzazioni mafiose a cavallo tra la Riviera e San Marino. I fatti sono quelli noti risalenti al periodo tra il 2009 e il 2011 che narrano di recupero crediti con metodi non ortodossi, estorsioni, truffe, minacce e altri reati legati alle azioni in zona condotte da soggetti che ruotavano a Vallefuoco e Agostinelli e alle attività della cosiddetta galassia Fincapital. (…) Sta di fatto che a finire davanti al giudice, per l’indagine conclusa dal Commissario della legge Antonella Volpinari, saranno Francesco Agostinelli, 53enne di Fano, Francesco Vallefuoco, detto Franco, 50enne di Brusciano in provincia di Napoli, e Francesco Sinatra, detto “il Siciliano”, 35enne originario di Catania e residente a Castel Bolognese. (…)

Leggi l’intero articolo di Antonio Fabbri pubblicato dopo le 23

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy