San Marino. Attiva-Mente: “Interventi a sostegno della disabilità, serve più trasparenza”

San Marino. Riceviamo e pubblichiamo.

Comunicato stampa

Lo scorso 23 Marzo la Segreteria di Stato alla Sanità e alla Sicurezza Sociale, congiuntamente alle Segreterie di Stato per il Turismo e per l’Istruzione e alla Commissione Csd Onu, hanno indetto un incontro con tutte le Associazioni che operano nel settore della disabilità, per illustrare i principali Progetti a cui l’Esecutivo si sta impegnando.
Era presente anche il nuovo Comitato Esecutivo Iss.

In apertura della discussione, il Governo ha informato i rappresentanti presenti circa un “incidente” di percorso per quanto riguarda l’erogazione dei fondi previsti nel Bilancio dello Stato dello scorso anno, per gli interventi a sostegno della disabilità:
In sostanza, sembrerebbe che ritardi della precedente Amministrazione ISS, certamente non attribuibili alle Associazioni richiedenti e quindi beneficiarie di tali risorse, hanno determinato una condizione per cui la Commissione di Controllo della Finanza Pubblica ha di fatto invalidato gran parte delle suddette pratiche.

Un fatto molto grave, soprattutto per quelle Associazioni (per fortuna non la scrivente) che avevano già investito in Progetti particolarmente qualificati ed importanti, e determinato, secondo noi, anche dalla perdurante discrezionalità e assenza di un minimo di regole di aggiudicazione.
Il Direttivo dell’Associazione Attiva-Mente invita l’attuale Governo a fare il possibile per agevolare quei Progetti penalizzati da questa brutta vicenda, e auspica ovviamente che ciò in futuro non si ripeta.

Ribadiamo anche alla nuova Amministrazione Iss, la raccomandazione per cui si dia maggiore e diffusa pubblicità sul territorio dell’opportunità di attingere a questi finanziamenti: c’è bisogno cioè, che tutte le famiglie siano informate di tale disponibilità, poiché le sole associazioni, obbiettivamente, nel loro complesso non sono rappresentative di tutte le persone sammarinesi con disabilità.
Non solo, durante l’incontro alcuni hanno evidenziato, e noi concordiamo, la necessità che si stabilisca di qui in avanti una programmazione, i criteri e le procedure di assegnazione di queste pubbliche risorse, la loro trasparenza e perché no, una rendicontazione successiva rispetto al loro effettivo utilizzo.

Attiva-Mente

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy