San Marino. Pdcs, Lorenzo Bugli: “Dipendenza da smartphone, la sfida della scuola”

SAN MARINO. Pdcs, il presidente del Movimento dei Giovani Democratici Cristiani Lorenzo Bugli interviene su giovani e nuove tecnologie.

Prima non esisteva il touchscreen, tutto passava per una tastiera e navigare su Internet con un telefonino era davvero difficile, poi il 9 gennaio del 2007, arriva Steve Jobs presentandoci il primo iPhone. Da allora il cellulare smise di essere solo uno strumento utile.
Oggi almeno 2 miliardi di persone hanno in tasca uno smartphone, per un fatturato di 421,8 miliardi di dollari nel solo 2016. (…)

I ragazzi stanno ore e ore con gli smartphone in mano, comunicando e chattando con tutti. Tuttavia, questa attività è solo un’apparente apertura verso il mondo. Perché il grande paradosso di tutto questo comunicare è che, in realtà, si sentono sempre più soli, chiusi in se stessi e nel loro mondo virtuale. Affrontare questo problema è una delle grandi sfide che si deve porre anche la nostra scuola. (…)
La dipendenza da smartphone, soprattutto nei giovani che hanno un cervello predisposto ad assorbire “come una spugna”, è una delle questioni urgenti di questi ultimi tempi e spetta anche a noi cittadini cercare di sviluppare una strategia adatta, perché i nostri ragazzi non ne vengano travolti. (…)

Leggi comunicato

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy