San Marino alla regata “Wheels on wawes”: la presentazione a Palazzo Pubblico

SAN MARINO. San Marino partecipa “Wheels on waves ”, regata velica a bordo di un catamarano senza barriere architettoniche. Il 26 aprile scorso il catamarano è salpato dal porto di Miami ed in seguito ad una serie di tappe negli Stati Uniti, effettuerà la traversata oceanica alla volta dell’Europa per raggiungere, tra le numerose tappe, anche Rimini. Nelle tre giornate di permanenza presso la nuova Darsena verrà realizzato in Repubblica un progetto espressamente dedicato all’impegno di San Marino nel settore della disabilità:  un progetto che consentirà all’equipaggio del catamarano, presieduto dallo stesso fondatore Andrea Stella, di salire sul Titano e di conoscere tutte le iniziative in corso per dare effettiva implementazione ai contenuti della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità. 

Presentazione “WoW – Wheels on Waves”

Si è tenuto questa mattina, a Palazzo Pubblico, l’incontro con la stampa di presentazione di “WoW – Wheels on Waves” alla presenza dei Segretari di Stato agli Affari Esteri e alla Sanità Nicola Renzi e Franco Santi, di Andrea Stella, anima dell’iniziativa e fondatore dell’Associazione “Lo Spirito di Stella”, di Barbara Frisoni, Presidente di Special Olympics e di alcuni ospiti partner dell’iniziativa. Nel corso della conferenza stampa i Segretati di Stato  hanno illustrato le motivazioni e l’impegno offerti dalla Repubblica all’ambizioso progetto. Renzi ha voluto richiamare, tra l’altro, le modalità di coinvolgimento della Repubblica e, più particolarmente, il sensibile contributo offerto a livello diplomatico e altresì nel raccordo delle molteplici iniziative che San Marino sta promuovendo per far conoscere il disposto dell’importante strumento internazionale a tutela dei diritti delle persone con disabilità. Santi ha richiamato la legge quadro di implementazione della Convenzione medesima e l’istituzione della Commissione Sammarinese per la relativa attuazione. Si è sottolineata la necessità di un vero e proprio cambio di passo nella percezione delle diversità, per fornire tutti gli strumenti necessari ad una qualità della vita sempre più sostenibile e rispettosa dei principi fondamentali dell’individuo.

Leggi il comunicato

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy