San Marino. Npl, la Dc propone un “veicolo di sistema”

L’informazione di San Marino“Per i crediti non performanti la soluzione è il veicolo di sistema”

SAN MARINO. Si chiama ‘veicolo di sistema’ la soluzione al problema dei Non performing loans degli istituti di credito di San Marino proposto dal Pdcs. Niente a che vedere con la bad bank pubblica ventilata dalla segreteria alle Finanze e dalla maggioranza, sottolineano il segretario Gian Carlo Venturini, il capogruppo Alessandro Cardelli e il consigliere Marco Gatti che ieri, dalla sede del partito, presentano la loro proposta alla stampa, con tanto di diapositive e dati economici.

Per porre fine allo stato attuale di “confusione” nella gestione di recupero degli Npl da parte delle banche sammarinesi, il Pdcs suggerisce quindi “una soluzione con cui banche possono spogliarsi di questi crediti non performanti- chiarisce Gatti- il veicolo che proponiamo deve rispondere a determinati requisiti”. Il consigliere li elenca in modo dettagliato: deve essere istituito per legge, la proprietà per almeno il 51% sia dello Stato, i titoli che andrà emettere devono essere ponderati a zero, in modo da liberare risorse per l’impiego delle banche. E ancora: il veicolo dovrà emettere classi di titolo verso la banca da cui acquista Npl, “titoli- precisa- che non devono essere garantiti dallo Stato e che saranno rimborsati a ragione del recupero che si farà”. Le finalità del nuovo strumento saranno quindi di “curare l’incasso dei crediti e gestire il patrimonio immobiliare delle banche”. (…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy