San Marino. Banche, quale futuro? Domani sera conferenza pubblica CSU a Domagnano

Si confronteranno la Centrale Sindacale Unitaria con esponenti della maggioranza di Governo e dell’opposizione. Molti gli interrogativi a cui si cercherà di dare delle risposte. La CSU tiene alta l’attenzione sui 415 milioni di fondi pensione, e in particolare i 31 milioni depositati in Asset Banca

RSM 5 giugno 2017 – Si preannuncia come un dibattito molto ricco quello di domani sera in occasione della conferenza pubblica, organizzata dalla CSU, dedicata al futuro del sistema bancario sammarinese, sul quale gravano molte e profonde incertezze. L’appuntamento è alle domani alle ore 21.00 presso la sala Montelupo di Domagnano.

La CSU, rappresentata dai Segretari Generali di CSdL e CDLS, si confronterà con esponenti della maggioranza di Governo e dell’opposizione. Nel dettaglio interverranno: Simone Celli, Segretario di Stato per le Finanze e il Bilancio; Mario Venturini, in rappresentanza di Repubblica Futura; Giancarlo Venturini, Consigliere PDCS; Elena Tonnini, Consigliere del Movimento Rete; Giuliano Tamagnini, Segretario Generale CSdL, Riccardo Stefanelli, Segretario Generale CDLS. Coordina il dibattito Giovanna Bartolucci, Capo redattore Web di San Marino RTV.

Il pubblico dibattito di domani cercherà di dare risposte ad alcuni degli interrogativi che il sindacato e in generale tutto il paese si sta ponendo: qual è il progetto generale per il sistema bancario? Si formeranno un polo pubblico e uno privato? Quali garanzie per i fondi pensione, in particolare quelli investiti in Asset Banca? NPL, chi finanzierà i crediti non recuperabili? Quali le prospettive per i dipendenti del settore creditizio?

Tutti i cittadini sono invitati a partecipare a questo dibattito su un tema così delicato e cruciale per le sorti del paese.

Ufficio Stampa CSU

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy