San Marino. Declassamento Fitch, Pdcs: “Conseguenza delle scelte di questo Governo”

SAN MARINO. Il recente declassamento del rating dato da Fitch a San Marino per il Pdcs ha un unico responsabile: il nuovo Governo. Lo sottolinea la DC in una nota odierna nella quale sul banco degli imputati viene messo in particolare il Segretario alle Finanze Simone Celli.

Nei giorni scorsi infatti Fitch aveva declassato il Titano passato da BBB a BBB-. Esattamente un anno fa, nel giugno 2016, Fitch aveva declassato San Marino da BBB+ a BBB.

(…) L’ultimo rating, infatti, trasmesso nel dicembre 2016, aveva confermato San Marino in classe BBB, e si fondava proprio sulla stabilità dei bilanci, che nel 2014-2015 avevano chiuso con un pareggio di esercizio e prevedevano il pareggio anche per il 2016, dopo anni di perdite rilevanti, dovute alla necessità di riequilibrare l’intero sistema Paese. Il Governo di allora aveva intrapreso un’azione che iniziava già a mostrare i buoni risultati che oggi vediamo confermati in termini di crescita, seppur contenuta, invertendo il trend del passato. L’aumento dei posti di lavoro, l’incremento delle entrate fiscali, la crescita dell’economia reale dovuta al consolidamento delle imprese locali, non sono risultati di questo Governo, ma delle politiche e delle scelte operate dalla scorsa Maggioranza e dal precedente Governo. (…)

Leggi comunicato

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy