San Marino. Alzheimer o demenza senile, se ne è parlato all’auditorium Little Tony

la neonata Associazione Sammarinese Sostegno Patologie Invecchiamento Cerebrale, presidente, il giornalista Michele Bovi, si è presentata questo pomeriggio a Serravalle presso l’auditorium Little Tony con un interessante convegno dal titolo “Quando la mente invecchia: i trattamenti, l’assistenza e la ricerca”.

Dopo il saluto portato dal Segretario alla sanità Franco Santi, sono intervenuti neurologi, geriatri, psichiatri, psicologi, assistenti sociali, sociologi e ricercatori che si occupano di demenze, presentati e moderati dal giornalista scientifico Luciano Onder. 

L’incontro è stato anche l’occasione per presentare gli eventi che l’ASSPIC con l’Istituto della Memoria realizza per dare visibilità e finanziare la propria attività scientifica, come la mostra di Little Tony e quella dei Rokes, in calendario dal 16 giugno a Palazzo Graziani.

l’Associazione, che si occupa di attività assistenziali come la creazione di gruppi di stimolazione cognitiva e gruppi di sostegno psicologico rivolti rispettivamente ai pazienti e ai loro caregivers (i familiari che si prendono cura di un malato), annovera fra le attività di ricerca lo studio scientifico internazionale finalizzato all’identificazione di nuovi markers per la diagnosi precoce di malattia di Alzheimer. Centro di riferimento e coordinamento  è la Neurologia di San Marino  che collabora con l’University of Exeter Medical School in Inghilterra (dove opera il ricercatore sammarinese Francesco Tamagnini, presente con un contributo video)  e con la Technische Universitat Munchen in Germania. Uno studio che, in corso da alcuni mesi, durerà anni ma i cui risultati preliminari sono attesi a breve. 

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy