Rimini. Sporcano i vestiti e rubano soldi

Manuel Spadazzi – Il Resto del Carlino«Hai il vestito sporco, la aiutiamo noi»‘Armati’ di ketchup rubano 1200 euro / Imbrattano una donna in Corso d’Augusto e poi la ‘ripuliscono’

RIMINI. «Signora, si fermi. Ha il vestito sporco qui dietro, sulla schiena». E in effetti il suo vestito era tutto macchiato di rosso. A quel punto alcune persone si sono avvicinate a lei per aiutarla a pulire, ma anziché togliere la macchia le hanno ripulito le tasche. Con questo stratagemma ieri mattina in corso d’Augusto, intorno a mezzogiorno, tre ladri sono riusciti così a portare via alla donna la bellezza di 1.200 euro (la pensione della madre, molto anziana), che aveva appena ritirato in banca, e anche una collanina d’oro.

Sul posto è subito intervenuta la polizia (l’episodio è avvenuto a due passi dalla Questura), e gli agenti si sono già messi sulle tracce dei tre ladri, nonostante siano riusciti a scappare. Anche perché il furto è avvenuto in un tratto di corso d’Augusto presidiato da diverse telecamere, comprese quella della filiale della banca dove la donna aveva appena ritirato i soldi. I ladri l’hanno badata, uno di loro poco prima era entrato nella banca. Quando hanno agito, sapevano di andare a colpo sicuro. E quando la donna, uscita dalla filiale di Monte dei paschi, si è incamminata per il corso, l’hanno seguita. «Stavo slegando la bicicletta, quando sono stata colpita dal ketchup. Mi sono accorta subito di essere stata imbrattata». A lanciare il ketchup è stato uno della banda. «In pochi secondi mi sono ritrovata accerchiata da altre persone, almeno due, forse tre, compresa una donna che ha tentato di pulirmi con un fazzoletto». Appena se ne sono andati, la donna si è frugata in tasca e ha scoperto che i soldi erano spariti. «Li avevo messi nella tasca dei pantaloni, ben occultati, ma sono riusciti a sfilarmeli». (…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy