San Marino. Sds agli Esteri, la risposta alla Fondazione Paneuropea Sammarinese

SAN MARINO. La Segreteria di Stato per gli Affari Esteri interviene in risposta al comunicato stampa della Fondazione Paneuropea Sammarinese, inviato oggi agli organi di informazione.

Comunicato stampa

E’ d’obbligo innanzitutto una premessa, per chiarire la posizione tenuta dal Governo nei confronti della richiesta di patrocinio e di contributo per l’organizzazione del XXII corso dell’Università d’Estate, pervenuta a questa Segreteria di Stato dalla Fondazione in questione.
La normativa vigente (legge n. 101/2015) stabilisce i requisiti che le Fondazioni sammarinesi devono possedere per essere definite tali e quindi per poter operare sul territorio; requisiti che, al momento della richiesta, la Fondazione Paneuropea non aveva.
Dunque non si tratta, come erroneamente riportato nella nota stampa, di osservazioni su presunte “irregolarità amministrative”, peraltro mai espresse; semmai di un invito della Segreteria di Stato alla Fondazione a regolarizzare la propria posizione a livello normativo nei termini previsti dalla legge, in modo da poter proseguire senza alcun ostacolo né limitazione con l’organizzazione del Corso.
Nel compiacersi per l’iniziativa ormai consolidata promossa dalla Fondazione Paneuropea Sammarinese, la Segreteria di Stato augura un pieno successo.

San Marino, 13 luglio 2017/1716 d.f.R.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy