San Marino. Anis e Abs: preoccupazione per gli aiuti di stato alle banche

SAN MARINO. Anis e Abs, riunitesi nella serata del 13 luglio 2017, pur consapevoli della preoccupazione del Governo nell’intervenire a sostegno del sistema bancario, si dicono altrettanto preoccupate per i recenti provvedimenti emessi “per gli effetti negativi che gli aiuti di stato previsti, e peraltro mai richiesti dalle banche associate ad ABS, avranno sulla libera concorrenza bancaria nonché sul bilancio dello Stato”.

(…) Le Associazioni hanno avanzato la proposta d’introdurre la ‘moneta fiscale’ (sotto forma di certificati di credito fiscale) che non soltanto conseguirebbe i medesimi obiettivi senza aumentare il debito pubblico – oggi emesso peraltro senza alcuna contropartita per lo Stato – ma consentirebbe di rilanciare la domanda e la competitività industriale, a beneficio di tutta la collettività sammarinese. Preoccupa altresì l’impiego previsto del FONDISS, chiamato a sostenere imprese bancarie in difficoltà, a fronte di rischi che lo Stato potrà garantire, anche in quel caso, soltanto ricorrendo alle scarse risorse pubbliche interne. (…)

(…) Non giustificabile resta, malgrado gli sforzi profusi dal Governo, il rifiuto pervicacemente opposto da Banca Centrale al più volte richiesto confronto con le banche in ordine al processo di AQR—confronto che in tutti i paesi interessati dal fenomeno dei crediti in sofferenza ha costituito il meccanismo centrale per l’individuazione e l’adozione di soluzioni che consentissero ai sistemi bancari nazionali di emergere progressivamente dalle difficoltà. (…)

Leggi comunicato

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy