San Marino. Mediocrità e corruzione da decenni caratterizzano il mondo politico. Paese distrutto

SAN MARINO. Articolo di Marino Cecchetti su L’Informazione di San Marino sulla degenerazione del sistema politico che sta mettendo a rischio la sopravvivenza stessa del Paese. 

La qualità dei politici altrove incide su un maggiore o minore tenore di vita, sul ritardo o l’accelerazione dello sviluppo.
Per San Marino è questione di sopravvivenza.
Da decenni qui, purtroppo, ha preso il sopravvento la mediocrità.
A dirigere lo Stato si sono messe a un certo momento persone aventi il solo obiettivo di farsi corrompere. Ancora non siamo usciti né dalla mediocrità né dalla corruzione.
Siamo arrivati ormai a 35 mila abitanti, contro i 22mila nel 1980, in conseguenza della faciloneria con cui si sono cambiate e si stanno cambiando regole fondamentali come quelle sulla cittadinanza, sulle residenze, sulla intestazione degli immobili. Si stanno copiando comportamenti da Paesi all’apparenza similari, ma, in effetti, completamente diversi e come storia e come geopolitica.
Il nostro Paese, diversamente dagli altri, è una enclave.
I politici lo sanno? Conoscono la nostra storia?  (…)

Leggi l’intero articolo pubblicato dopo le 23

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy