Rimini. Trentunenne ‘riminese’ sospettato di essere il bombarolo di Capodanno

Andrea Rossini – Corriere Romagna: Studente “riminese” sospettato di essere il bombarolo di Capodanno / Il militante anarchico è accusato di aver confezionato l’ordigno: gli investigatori hanno isolato il suo Dna

RIMINI. C’è anche un “riminese ” tra i presunti autori dell’attentato di Capodanno a Firenze nel quale rimase gravemente ferito, perdendo una mano e un occhio, l’artificiere della polizia Mario Vece. Nel nastro adesivo servito per confezionare l’ordigno, infilato tra le maglie della saracinesca della libreria “Il Bargello”, riconosciuta come centro culturale di destra vicina a Casapound, gli investigatori hanno isolato una traccia biologica confrontata con il suo Dna. Si tratta di Salvatore Vespertino, trentuno anni, originario di Nuoro. Per l’anagrafe è ancora residente in via Raffaele Tosi, ma all’epoca dell’a ttentato (1 gennaio 2017) era già domiciliato a Firenze e da allora si è sempre spostato in varie parti d’Italia e anche all’estero. (…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy