San Marino. Consiglio Grande e Generale: la legge di sviluppo divide l’aula

SAN MARINO. E’ proseguito nella seduta pomeridiana il dibattito sul progetto di legge in materia di sviluppo, che ha visto profonde divisioni in aula. Al termine della discussione, è iniziato l’esame dell’articolato. I lavori si sono interrotti all’articolo 2, riguardante l’assunzione dei frontalieri. L’esame riprenderà in notturna.

Leggi il report della seduta odierna del CGG a cura della San Marino News Agency.

Nella seduta del pomeriggio prosegue il dibattito sul progetto di legge in materia di sviluppo che divide nettamente l’Aula. Dall’opposizione dito puntato sul metodo e sui contenuti che, malgrado gli interventi intercorsi tra prima e seconda lettura, continuano a non soddisfare anche categorie e sindacati. Per Dalibor Riccardi, Psd, il Pdl “è scritto da chi non ha nulla a che fare con mondo del lavoro, chi non comprende esigenze di professionisti ed aziende”. Non solo: “Non soddisfa nemmeno i lavoratori- prosegue- perché il doppio binario andrà solo ad aggravare le condizioni dei sammarinesi”. Gian Carlo Venturini, Pdcs spiega l’insoddisfazione del suo partito: delle proposte contenute nel progetto di legge sullo stesso tema presentato dal suo gruppo “il governo ha recepito ben poca cosa”. Confermando così “la precisa volontà di chiusura- stigmatizza- il cui risultato è sotto gli occhi di tutti, un Pdl che non piace a nessuno”. “Non ci sto a venire in Aula- sbotta Marianna Bucci di Rete- a sentirvi parlare della volontà di intervenire sulle disuguaglianze, ma poi vedervi portare modelli neoliberisti, che invece accentuano disuguaglianze”. Pollice verso anche per Alessandro Mancini, Ps, che definisce il progetto di legge “un fallimento dal punto politico”, poichè “dopo decine di incontri, le parti non hanno trovato alcun tipo di incastro e per la prima volta una legge in materia di lavoro viene criticata sia da sindacati sia dalle categorie”.
Dalle file della maggioranza invece si sottolineano i contenuti e le novità importanti introdotte dal provvedimento: “Finalmente tutti i lavoratori, sammarinesi e frontalieri, sono messi sullo stesso piano- evidenzia Giuseppe Maria Morganti, Ssd- Significa essere di sinistra? Non lo so, ma significa essere democratici con lavoratori che non sono più di serie A e di serie B”. Il capogruppo di Ssd ci tiene poi a spiegare perché, nel corso del confronto sul provvedimento, i rappresentanti di Anis si siano alzati dal tavolo: “Ci siamo opposti- chiarisce- alla proposta dell’associazione di introdurre il lavoro interinale in questa legge”. Matteo Ciacci, C10, sottolinea l’importante lavoro compiuto dalla Segreteria di Stato presieduta da Andrea Zafferani nel redigere il testo, dimostrando “capacità di sintesi” delle proposte pervenute tra prima e seconda lettura. “L’assunto messo in campo- assicura- è stato quello di confrontarsi con tutti, ma ad un certo punto si è compiuto delle scelte”. Anche Roberto Giorgetti, Rf, difende il metodo e l’operato del Segretario: “Tutto si può dire- puntualizza- salvo che il Pdl sia stato calato dall’alto”. Le critiche quindi sono motivate perché, dopo il confronto avuto in Commisissione, si sono innestate “inevitabilemnte le dinamiche politiche”.
Il segretario di Stato per l’Industria e il Lavoro, Andrea Zafferani, nella sua replica, risponde punto per punto alle critiche e infine incalza: “Vogliamo o no un sistema fiscale competitivo, dare all’impresa la scelta di assumere chi vuole, fare vivere qui chi investe?”. Questi, puntualizza, “non sono concetti né di destra, né di sinistra, ma di buon senso”. Terminato il dibattito con le repliche, l’Aula inizia l’esame dell’articolato e i lavori si interrompono all’articolo 2 “Procedure per l’assunzione nominativa di personale non iscritto alle liste di avviamento al lavoro” che riguarda l’assunzione di frontalieri. L’esame dell’articolato riprenderà in seduta notturna.

 

Interventi

Comma 10. Progetto di legge “Modifiche e integrazioni alle norme in materia di sostegno alo sviluppo economico” (II lettura)

Nicola Selva, Rf

Marianna Bucci, Rete

Dalibor Riccardi, Psd

Gian Carlo Venturini, Pdcs

Tony Margiotta, Ssd

Alessandro Mancini, Ps

Giuseppe Maria Morganti, Ssd

Roberto Ciavatta, Rete

Roberto Giorgetti, Rf

Alessandro Cardelli, Pdcs

Matteo Ciacci, 10

Repliche

Ssd Andrea Zafferani

Alessandro Cardelli, Pdcs

Fabrizio Francioni, Ssd

Matteo Ciacci, C10

Roberto Ciavatta, Rete

Federico Pedini Amati, Mdsi

Tony Margiotta, Ssd

Pasquale Valentini, Pdcs

Jader Tosi, C10

FrancesoMussoni, Pdcs

Iro Belluzzi, Psd

Lorenzo Lonfernini, Rf

Marco Gatti, Pdcs

Sds Andrea Zafferani

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy