Bellaria. Ispettore dei vigili indagato si toglie la vita prima di comparire davanti al giudice

Alessandra Nanni – Il Resto del Carlino: ATTILIO SEBASTIANI LASCIA MOGLIE E DUE FIGLI / Ispettore dei vigili indagato si spara in ufficio prima di essere interrogato

BELLARIA. Si è sparato alla tempia con la pistola d’ordinanza. E’ morto così, ieri mattina, Attilio Sebastiani, 49 anni, riminese, ispettore della Polizia municipale di Bellaria. Si è ucciso lo stesso giorno in cui sarebbe dovuto comparire davanti al giudice, per essere interrogato nell’ambito di un’inchiesta che lo vede indagato insieme ad altri tre colleghi, tra cui anche il comandante, per reati inerenti a episodi di assenteismo. Il pubblico ministero aveva chiesto per tutti un provvedimento di sospensione dal lavoro, e ieri il giudice avrebbe dovuto decidere al riguardo, dopo avere sentito la loro versione dei fatti. Chi l’ha visto il giorno prima, lo descrive come un uomo deciso a difendersi da accuse che riteneva infondate. (…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy