Rimini. Preso in strada dopo il furto: “Perché rubo? Mi piace farlo”

Andrea Rossini – Corriere Romagna: VIALE VESPUCCI, “SPACCATA” IN UN NEGOZIO /  Preso in strada dopo il furto: “Perché rubo? Mi piace farlo” / Il portiere di un albergo vicino dà l’allarme e interviene la polizia. Il responsabile patteggia un anno

RIMINI. Il portiere di un albergo vicino, sentendo il rumore dei colpi inferti contro una vetrina attorno alle due di notte, ha avvertito la polizia ed è sceso in strada per sorprendere il ladro in azione. In manette, grazie all’imme – diato intervento di una pattuglia delle Volanti impegnata in un servizio di controllo, è finito un cittadino del Niger di 29 anni. Il giovane straniero, bloccato dagli agenti della questura, è stato così arrestato con l’ac – cusa di furto aggravato in flagranza. Viva la sincerità Sulle prime ha cercato di negare l’evidenza: era fermo immobile, davanti al negozio, come in attesa di qualcuno (non ha opposto resistenza). Poi però, ieri mattina davanti al giudice Silvia Corinaldesi nell’udienza di convalida ha ammesso l’ad – debito e ne ha anche dato una spiegazione: «Mi piace rubare». Difeso dall’avvocato Marianna Mordini, l’imputato ha poi patteggiato la pena di un anno di reclusione, senza il beneficio della sospensione condizionale. (…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy