San Marino: ‘Giornata mondiale contro la violenza sulle Donne’, Ute Zimmermann

SAN MARINO. In occasione della “Giornata mondiale contro la violenza sulle Donne”, presso il teatro del Centro Sociale di Fiorentino, lettura espressiva, ispirata alle testimoninze di donne vittime di violenza.

[c.s.] Venerdì 24 novembre, alle ore 21.00 presso la sala teatro del Centro Sociale di Fiorentino, andrà in scena “Nora-voci di donna” una lettura espressiva appositamente allestita dal Centro Sociale, in occasione della “Giornata mondiale contro la violenza sulle Donne”.
Il Reading si ispira alle testimonianze, ai diari e agli scritti di donne che sono state coinvolte in atti di violenza domestica e spesso avvolte in quel particolare silenzio di chi subisce la soggezione di un rapporto sentimentale occlusivo e destabilizzante.
Frutto di un Laboratorio, rivolto soprattutto ai giovani, e condotto da Ute Zimmermann che firma anche la regia della lettura espressiva “Nora-voci di donna” è un’occasione per riflettere, condividere e non rimanere in muto silenzio di fronte ai fatti di violenza che accadono ogni giorno. In scena i partecipanti al laboratorio: Laura Cosetta, Katia Castiglioni, Francesco Deganello e Samantha Santagada che si alterneranno nei brani di lettura, fra luci chiaroscurali e un’apposita installazione simbolica creata dal Comitato Cultura e Società “Al Margine”.
A Rosy Corbelli, ideatrice dell’installazione, è anche affidata una breve presentazione dell’evento e, in questo senso, si tratta di una continuità ideale con quanto alcuni anni fa, lei stessa aveva realizzato al Centro di Fiorentino con “Il ritorno della grande Dea” un poliedrico evento incentrato sulle tematiche della violenza di genere.
L’altro segmento di continuità con il teatro di carattere sociale è rappresentato da Ute Zimmermann che ha tenuto al Centro Sociale diversi corsi e spettacoli con il fine principale della formazione e dell’aggregazione giovanile. Diplomatasi alla Scuola di Teatro di Bologna, dal 1997 ha collaborato con enti pubblici e privati sul territorio nazionale per la gestione di stages e laboratori nell’ottica di una crescita della cultura umanitaria e civile. Contemporaneamente, attraverso la sua compagnia “Teatro Officina Zimmermann” ha realizzato progetti scenici con particolare riguardo alla tematica storico-sociale, coinvolgendo adulti, giovani e ragazzi con i quali ha vinto il 1° premio della rassegna “Maggiogiovane”.
Dal 2007 si occupa del progetto “Donne” promosso dalla Pari Opportunità della provincia di Rimini e dal 2015 conduce laboratori di teatro nella Casa Circondariale a Rimini. Narra e scrive racconti per l’infanzia.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy